Come (in maniera molto intelligente) ci insegna Riccardo Falcinelli nel suo Cromorama, il colore è al centro dei sistemi simbolici di ogni società. Tutte le culture danno ai colori significati profondi, che ne riflettono la storia e l’immaginario. Ma la tecnologia, il potere e l’economia sono capaci di mutare la nostra percezione cromatica e trasformare il modo in cui vediamo le cose.

A investigare il ruolo del colore nella (o meglio, nelle) società c’è anche un rivista: Sindroms. Fondato da un’illustratrice e designer — Miruna Sorescu — e prodotto da una squadra tutta al femminile di base a Copenhagen, il magazine è un semestrale che dedica ciascuna uscita a una tinta differente, andando a raccontarne la storia e la complessità, evocando gli stati d’animo associati ad esso, i link mentali, e rappresentandone il ruolo attraverso l’arte, la musica, la moda, la fotografia e il design.

Il primo colore, com’è evidente dalle immagini, è il rosso – tra rabbia e amore, violenza e vergogna.
La rivista si acquista online.

Red Sindroms

Red Sindroms

Red Sindroms

Red Sindroms

Red Sindroms

Red Sindroms

Red Sindroms

Red Sindroms

Red Sindroms

Red Sindroms