Passare ore davanti a cose belle e gratis? La nostra rubrica Tesori d'archivio è la soluzione.
(foto: Blue Crow Media)

La mappa costruttivista di Mosca

Dopo la mappa dedicata agli edifici brutalisti di Londra e quella sull’Art Déco, sempre londinese, il piccolo editore inglese Blue Crow Media (di loro ho già parlato qua) ha attraversato idealmente l’ex cortina di ferro in direzione Mosca, mappandone tutte quelle costruzioni realizzate in stile costruttivista.

Prima dell’avvento della famigerato realismo sovietico d’impronta stalinista, infatti, gli anni ’20 e gli anni ’30 videro la capitale russa riempirsi di edifici realizzati con tecnologie e materiali all’epoca inusuali (su tutti vetro e acciaio) e rispondenti agli utopici ideali di uguaglianza e di anti-elitismo che caratterizzarono i primi anni della rivoluzione sovietica e lo stesso movimento costruttivista nelle arti e nella letteratura.

Realizzata in doppia lingua, russo/inglese, la Constructivist Moscow Map mostra foto e dettagli di ogni edificio e contiene anche una piccola introduzione scritta da Natalia Melikova, fotografa nonché fondatrice del sito The Constructivist Project, e da Nikolai Vassiliev, che fa parte della sezione russa di Docomomo International, organizzazione no profit che si occupa volta della documentazione e della tutela del patrimonio dell’architettura moderna.

(foto: Blue Crow Media)
(foto: Blue Crow Media)
(foto: Blue Crow Media)
(foto: Blue Crow Media)
(foto: Blue Crow Media)
(foto: Blue Crow Media)
Altre storie
Ideograrch: i pittogrammi architettonici di Federico Babina