Partecipa al Booktober. Dal 1º al 31 ottobre.

Chi è, oggi, il graphic designer? Te lo spiega un libro

Se c’è ancora chi non si sogna minimamente di prenderti sul serio quando ti chiedono che lavoro fai e rispondi «il graphic designer»—tipo così—e se la professione è molto cambiata da quando i computer e si software sono entrati prepotentemente sulle scrivanie di chi fa grafica, resta un grande interrogativo, e non soltanto tra i non addetti ai lavori, i babbani: chi è, oggi, il graphic designer?

Se lo sono chiesto pure quelli di GraphicDesign& (che com’è evidente dal nome sono molto interessati alla questione), una piccola casa editrice indipendente inglese che ha passato buona parte dello scorso anno a inviare un ricchissimo questionario a quasi 2000 professionisti (1988, per la precisione) di base nel Regno Unito e negli Stati Uniti.

Le domande del questionario—realizzato in collaborazione con la sociologa Nikandre Kopcke—affrontavano i temi più disparati, dalla paga alle ore di lavoro effettuate, dal colore preferito (il blu—che per altri motivi in questi giorni è il più gettonato sui media online e non) alla caldissima questione “gender”, e i risultati sono poi stati semplificati grazie a un sapiente uso dei caratteri tipografici e delle infografiche e infine raccolti in un volume di quasi 500 pagine intitolato Graphic Designers Surveyed.

graphic_design_surveyed_1

graphic_design_surveyed_2

graphic_design_surveyed_3

graphic_design_surveyed_4

graphic_design_surveyed_5

graphic_design_surveyed_6

co-fondatore e direttore
Mostra Commenti (1)

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Un messaggio

Frizzifrizzi è sempre stato e sempre rimarrà gratuito. Si tratta di un progetto realizzato ogni giorno con amore e con impegno. La volontà è di continuare a farlo cercando di tenere al minimo la pubblicità. Per questo ti chiediamo una mano — se vorrai — con una piccola donazione. Potrai farla su PayPal.

GRAZIE DI CUORE.