HI Hangers, gli appendiabiti che fanno ciao

hi_hangers_1

Durante la loro permanenza in Australia, dopo aver coinvolto dei fortunatissimi bambini in uno dei più interessanti, colorati, divertenti progetti che mi siano capitati di vedere negli ultimi tempi (mi riferisco a Pastello: Draw Act, di cui ho parlato qualche mese fa), Matteo Sangalli ed Erika Zorzi, il duo di designer italiani conosciuti col nome di Mathery, hanno collaborato con un loro collega della “terra dei canguri”, Dale Hardiman, per realizzare un duo di appendiabiti che sembrano uscire da un’immersione in una delle celebri piscine dell’artista inglese David Hockney.

Ricavati lavorando semplici barre di metallo in una serie di onde continue a formare delle sinuose lettere, H e I, HI, il più colloquiale dei saluti, gli Hi Hangers sono pensati per starsene ben in vista (al contrario dei loro “colleghi” timidoni che preferiscono rinchiudersi nel buio di un guardaroba), appoggiati al muro e al pavimento, ospitale benvenuto agli ospiti che prima di accomodarsi a sbevacchiare, smangiucchiare, chiacchierare — e altre attività “chiacchiose” — lasciano un pezzetto della loro armatura all’ingresso o in corridoio.

hi_hangers_2

hi_hangers_3

hi_hangers_4

hi_hangers_8

hi_hangers_6

hi_hangers_7

hi_hangers_5

hi_hangers_9

photo Mathery Studio
garments Kloke

co-fondatore e direttore
Mostra Commenti (0)

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Un messaggio

Frizzifrizzi è sempre stato e sempre rimarrà gratuito. Si tratta di un progetto realizzato ogni giorno con amore e con impegno. La volontà è di continuare a farlo cercando di tenere al minimo la pubblicità. Per questo ti chiediamo una mano — se vorrai — con una piccola donazione. Potrai farla su PayPal.

GRAZIE DI CUORE.