fbpx

Enologica 2013: i personaggi

Enologica è finita e dà appuntamento a Palazzo Re Enzo: 22-23-24 novembre 2014. Pensando a cosa mi restava da raccontarvi Giorgio Melandri, che di Enologica è il curatore, ha suggerito: i personaggi.
Così eccoci qua con la carrellata.

01

Il filosofo.

Michele Pico Palermo, napoletano, filosofo del vino, figura imprescindibile per tutto il sistema Enologica che si eleva al solo annuncio della sua presenza. Un grande amico della manifestazione.

02

L’incontro.

Cristina Geminiani e Mauro Giardini parlano fra loro ad Enologica. Lei è la più esperta tra i vignaioli, lui “l’ultimo arrivato”. È una bella immagine di come sia cresciuta la Romagna e di come Enologica sia una bella occasione di incontro e scambio.

03

Emilia!

Sandro Cavicchioli è uno di quei produttori che si muovono per portare allegria e ottimismo. La loro presenza ci mette di buonumore, anche nei giorni di pioggia. Con simpatia.

04

Presenze istituzionali.

Giuliano Zuppiroli, assessorato all’agricoltura della regione Emilia-Romagna, è un classico di Enologica. Sempre presente e sempre impegnato dove si promuove la nostra straordinaria regione.

05

Teatro!

Giorgio Melandri ed Alessandro Bocchetti giocano con Mauro Uliassi restituendogli la famosa terza forchetta che la guida del gambero Rosso ha tolto a Uliassi nell’edizione 2014 appena uscita. Un giusto risarcimento e complimenti a Mauro per la simpatia.

06

Genio.

Gianni D’Amato con Giorgio Melandri al Teatro dei Cuochi di Enologica 2013. Un genio assoluto, in questi anni sempre presente il lunedì al Teatro dei Cuochi. D’Amato inventa e stupisce, ha gesti e cuore, e come un giocoliere lancia in aria i sapori in quantità senza mai farne cadere uno. Un genio assoluto della cucina italiana.

enologica_bologna_meravigliosa

Bologna meravigliosa.

Matteo Calzolari, Matteo Aloe e Aldo Zivieri al Tetaro dei Cuochi. Un trio stellare per i temi ancestrali della cucina: le cotture a legna, le lievitazioni con la pasta madre, le vecchie farine, i salumi della tradizione, le grandi filiere dell’Appennino. Bologna ha ricominciato a sognare!

foto

Albana.

Eccoli Lucia e Andrea, con la loro “sabbia gialla” stanno riportando l’albana in tutte le tavole della regione. Innamorati del loro lavoro, ottimisti, contagiosi. Con loro la grande tradizione di Don Antonio Baldassari, parroco di San Biagio e specialista di albana d’altri tempi, è salva.

09

Guru.

Ci sono persone che per parlare un minuto con Giulio Armani viaggiano per centinaia di chilometri. D’altra parte la fama è meritata, lui vinifica da più di 30 anni i vini de La Stoppa e oggi presenta anche i bianchi meravigliosi della sua azienda di vigne di montagna. È uno dei grandi interpreti del vino italiano.

10

Stile.

Aurora Mazzucchelli è l’astro nascente della cucina emiliana. È brava, sa comunicare e ha stile. Sempre e comunque. Il suo mare d’inverno è stato presentato con la relativa colonna sonora cantata dalla Berté. Un colpo di classe.

11

Scienziato.

Riccardo Viscardi conosce Montalcino come nessun altro. Carta alla mano spiega versanti, boschi, terreni, vigne, esposizioni, stile dei vini. È lo scienziato di Montalcino e non si può parlare di Brunello senza invitarlo. Occhio alle domande tecniche sui vini, la sua professione di professore universitario di chimica rende le spiegazioni ostiche ai comuni mortali.

di Giorgio Melandri e Francesca Arcuri
foto di Massimiliano Donati

Altre storie
Lida Ziruffo  RESETtlement  ph Chiara Ernandes
Il tempo sospeso: da Librimmaginari una mostra collettiva di poster negli spazi urbani di Viterbo