fbpx
astenersi agenzie

Astenersi agenzie

astenersi agenzie

Anni fa ho venduto casa a Genova. Era un bell’attico, ristrutturato, con due camere, un terrazzo grande. Nei dodici mesi che ci vorranno per trovare un’acquirente verranno a vedere l’appartamento una ventina di agenzie. Giorni fa ho ritrovato il diario che avevo tenuto annotando le visite delle agenzie e il punteggio che avevo assegnato alla loro idiozia.
Che ci crediate o no, al campionario umano che segue non ho aggiuto nulla.
Non è fiction.
Le persone di cui parlo esistono sul serio.
Il che vuol dire che se state cercando di comprare o vendere casa, sono tutti cazzi vostri.

1. IL SALVATORE

Antipatico. Dice che l’appartamento vale poco, sminuisce le misure e disprezza ogni pregio.
La frase con cui passa alla storia è: “Quel che vi salva è il terrazzo”.
Ci salva da cosa? Si comporta come se lo avessimo chiamato a rimediare un guasto altrui.
Come quegli idraulici che ti dicono: “Ma chi le ha fatto il lavoro?
Lo fanno tutti i professionisti. Dentisti, parrucchieri, elettricisti.
Ma scusi da chi è andato prima?
Criticano sempre il lavoro degli altri, salvo poi trapanarti il dente sbagliato, bruciarti i capelli, collegarti le prese di corrente al contrario. Così poi tu chiamerai un altro che ti dirà: “Ma scusi, chi le ha fatto il lavoro?
Il nostro giovane borioso mentre esce dalla porta si aspetta davvero di essere richiamato.
Anzi è convinto che gli chiederemo perdono per non averlo chiamato prima.
Non può che chiamarsi Walter.
PUNTI 7

2. IL MISURATORE

È un signore sulla sessantina. Quando apro la porta ha la faccia viola e respira a fatica. Ansima perlopiù. “Ma perché non mettete l’ascensore?
Dovrei rispondere: “Perché voglio vendere l’appartamento, che cazzo me ne frega di mettere l’ascensore?
Invece lo faccio entrare.
Senza indugio tira fuori da tasca un apparecchietto con il quale si appoggia prima a un muro – BLIP – poi a un altro – BLIP – e via così, una stanza dopo l’altra come se ci conoscessimo o già fossimo d’accordo.
L’apparecchietto è un misuratore laser e si capisce che il gran cazzone è soddisfatto di averlo, come un bambino che abbia una macchinina nuova.
– BLIP – l’aggeggino segna le misure e il cazzone le annota su un quadernino.
Quando ha finito, senza chiedere il permesso, si siede in cucina, e sempre in silenzio fa la somma delle misure che ha preso.
Poi, quasi seccato esclama: “Eh, ma sono cento metri quadrati!
Se me lo chiedeva glielo dicevo io. C’è scritto anche sulla planimetria.
PUNTI 9

3. IL FINE OSSERVATORE

Quando apro la porta esordisce con “Ma non c’è l’ascensore?
Immagino che gli ci siano voluti tutti e sei i piani di scale per formulare la domanda.
PUNTI 5

4. IL TIEPIDO

Chiede “Si può mettere l’ascensore?
Vorrei rispondergli che se se lo pagano possono metterci anche un sottomarino, poi lascio perdere. Se ne va dichiarando che è un appartamento per giovani.
Bene, grazie. E poi?
Che lo vorrebbe in esclusiva.
Non lo avrà.
PUNTI 3

5. IL CRAVATTONE

A distanza di tempo, ve lo giuro, mi è rimasto nel cuore.
Giovane, veste in giacca ed ENORME cravatta. La giacca deve avergliela fatta un falegname.
Dopo avermi cantato le lodi del metodo di vendita della sua agenzia, quando ormai è sulla porta mi dice due cose, meravigliosamente ingenue.
La prima è che “Sarebbe una fortuna per lei, lavorare con la nostra agenzia.
Una fortuna???
La seconda me la bisbiglia. Mi dice che, tra l’altro, il suo principale era candidato sindaco di Genova per… ed è arrivato terzo…
Io non capisco, ricordo solo due canditati: ce n’era anche un terzo?
Forse interpretando il mio silenzio pensoso per ammirazione, si sbilancia e mi confessa, bisbigliando, che il suo principale è “Molto amico di Follini.
Bene” dico bisbigliando anch’io, e mentre esce attivo la ghigliottina.
PUNTI 10

6. IL COLLEZIONISTA

Nel quartiere ha già cento appartamenti in vendita.
Mi chiedo: ma li tiene per collezione o ne vende anche? Non ho mai saputo la risposta.
PUNTI 3

7. L’ASTUTO MENTITORE

Trova l’appartamento molto bello. Dice che ha moltissimi clienti interessati all’attico in zona e che quindi è abbastanza sicuro di venderlo, però senza esclusiva non si impegna a mettere annunci sul giornale e senza annunci è difficile venderlo.
Domanda: se hai già moltissimi clienti interessati all’attico in zona, a cosa servono gli annunci?
PUNTI 4

8. IL DURO D’ORECCHI

Comincio a stufarmi. Un’agenzia mi chiama per vedere l’appartamento e rifiuto l’appuntamento. Insistono, chiedendo informazioni. Ripeto che non mi interessa dargli un appuntamento e quindi non gli darò nemmeno informazioni.
Ma scusi a che piano è? E’ ristrutturato?
Come le ho detto, non mi interessa farglielo vedere quindi è inutile che le dia informazioni.
Può almeno dirmi se c’è l’ascensore?
(urlo) “NOOOOOOOOOOOOOOO!
No, nel senso che non c’è l’ascensore?
PUNTI 3

9. IL PREMUROSO

Gli ho rifiutato un appuntamento e quindi chiama per farselo rifiutare ancora. Ci tiene a dirmi di non darlo a troppe agenzie. Comincio a capire che le tattiche di questi presunti venditori sono ridicole e prevedibili. Aggrediscono, sminuiscono il valore di tutto, poi cantano le lodi della propria agenzia e soprattutto del proprio metodo. Hanno letto una pagina di p.n.l. ritagliata da una rivista presa dal dentista e pensano di essere degl esperti comunicatori, meglio: dei persuasori.
I più sono dei cialtroni invasati, gli altri sono degli sfigati che a stento credo mettano insieme il pranzo con la cena. Quando non sanno cosa fare, chiamano per dare consigli non richiesti.
PUNTI 2

10. IL BALBUZIENTE

Dopo aver visto l’appartamento balbetta che anche il prezzo è sopravvalutato. Balbetta anche che quelli che prendono l’incarico senza esclusiva poi non faranno nulla per venderlo bene.
Lui ovviamente vorrebbe l’esclusiva ma mi chiarisce che se gliela diamo non metterà annunci sul giornale.
Bravo. Ottimo metodo.
PUNTI 2

11. I BELLISSIMI

Sono in due, lei molto in tiro, abbronzata, scollatura vertiginosa, genere donna in carriera, un po’ troia. Lui me lo ricordo meno.
Cos’hanno di diverso dagli altri? Propongono planimetrie colorate e arredate con i trasferelli. Di fatto sono una ditta di ristrutturazioni: comprano appartamenti sfondati, li mettono a posto e li rivendono.
Al telefono gli avevo chiarito che l’appartamento è perfettamente ristrutturato.
Quindi visitano l’appartamento, osservano con cura ogni dettaglio.
Alla fine mi dicono: “Ma qui non c’è nulla da ristrutturare! E’ tutto perfetto. Noi cosa possiamo fare?
Ascoltare le persone quando parlano?
PUNTI 7

12. L’INDOLORE

Visita veloce. Forse ci manderà qualcuno.
Sparito.
PUNTI 1

13. L’IMBARAZZANTE

Richiama e chiede: “Posso continuare a inserzionare?
Non sapevo nemmeno che avesse cominciato. Ma chi cazzo è?
PUNTI 1

14. L’ESTEROFILO

Al telefono sostiene avere clienti stranieri interessati in zona. Coreani.
Di presenza è il classico giovanotto con la cravatta di legno. Fa questo mestiere da gennaio. Accetta il prezzo e tutte le condizioni. Conferma che ha clienti coreani. Nessuno però verrà a vedere l’appartamento. Forse erano coreani del nord?
PUNTI 4

15. L’EVAPORATA

La casa le piace molto, soprattutto i colori e il bagno. Forse perché ha due enormi tette o forse perché nel frattempo l’agente a cui abbiamo dato la semi-esclusiva non sta facendo granché, decido di firmare per una non-esclusiva per tre mesi anche con lei. Dopo di ciò scompare nel nulla.
PUNTI 1

16. IL SALMONE

Su una cosa tutti quelli con cui abbiamo parlato finora sono d’accordo: dobbiamo calare col prezzo. Poi, una voce controcorrente, mi chiama per dirmi che ha letto l’annuncio e che secondo lui il prezzo è basso.
Se me lo vendi, vendimelo pure a un prezzo più alto” – dico io.
Mai visto né più sentito.
PUNTI 2

17. L’IMPELLENTE

Telefona. Ha appena letto l’annuncio per strada; vorrebbe far vedere l’appartamento a una cliente che cerca urgentemente in zona.
Possiamo salire adesso?
Adesso?
Sì, siamo in zona, cinque minuti e siamo lì, possiamo salire?
Va bene.
Non sono mai arrivati.
PUNTI 3

18. IL SALVATORE / 2

Ve lo ricordate? È così stronzo che merita due figurine.
A distanza di mesi telefona per chiedermi: “Come mai non mi avete ancora chiamato?
PUNTI 7+

19. IL PERMUTATORE

Ha 300 appartamenti, anche a Dubai. “Vi interessa fare una permuta?
Sì, magari. Però Dubai, non so. Pensavo di rimanere più in zona, tipo in Europa.
PUNTI 5

20. I MAGLIARI

Vengono in tre: un tipo con la barba, uno più anziano con cappotto di cammello che sembra uscito dal film I magliari con Alberto Sordi e una signora in pantaloni aderentissimi leopardati, tacchi a spillo e pelliccia di un animale indefinito ma molto vistosa.
Il tipo col cappotto si incasina con l’interruttore della luce. Poi fa molti complimenti al gatto. Ha il naso da merlo e si guarda in giro come se cercasse qualcosa.
Sembra affamato. Sono dei personaggi troppo assurdi per essere degli agenti immobiliari. Mi convinco che sono tre rapinatori. Leggono gli annunci sul giornale, chiamano ed entrano nelle case senza scassinare nulla. Cerco di indovinare quale dei tre ha la pistola.
Sono tranquillo. Aspetto che la tirino fuori, poi alzerò le mani e gli darò i soldi che ci sono in casa. Invece della pistola tirano fuori il biglietto da visita e la loro pagina sui giornali di inserzioni.
Sono davvero un’agenzia immobiliare?
È sempre il tipo con la barba a parlare. Mi spiega il loro metodo di lavoro che è molto originale. Innanzi tutto portano poca gente a vedere l’appartamento, per non disturbare.
Poi non fanno pubblicità sui giornali più importanti, per scelta, così non sono troppo visibili.
Terrificanti.
PUNTI 8+

editorialista

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altre storie
snail rawpixel 2
10 sport indoor da praticare in casa nel 2021