Pin-Up Interviews

Fin dal 2006, con due uscite all’anno, Pin-Up Magazine si occupa di design ed architettura con un approccio non convenzionale ai temi trattati, focalizzando l’attenzione sullo spirito profondo dell’architettura, mescolando la cultura pop ai grandi temi della vita attraverso interviste ai grandi maestri, agli innovatori e alle giovani leve, senza badare troppo a dettagli tecnici o entrare nello specifico dei progetti, che invece costituiscono il succo di gran parte delle riviste di architettura (dopotutto Felix Burrichter, art director e fondatore di Pin-Up, non è tipo da avventurarsi per strade già battute da altri; lo dimostra un’esposizione, da lui curata, dedicata proprio ai magazine indipendenti, che inaugurerà tra pochi giorni a Monaco).

Negli ultimi sette anni, con quattordici numeri all’attivo, Pin-Up ha raccolto un gran numero di interviste, di quelle tanto interessanti da aver senso pure anni dopo esser state pubblicate per la prima volta e visto che non tutti hanno la fortuna di aver acquistato gli arretrati per tempo e che una buona metà di essi sono già sold out, la redazione della rivista newyorkese ha pensato bene di raccogliere in un libro—in uscita a settembre ed edito da powerHouse—le migliori 50 interviste uscite dal 2006 ad oggi, fatte ad architetti, artisti e designer (di ogni tipo) come Zaha Hadid, Ettore Sottsass, Rem Koolhaas, Richard Meier, Martino Gamper, Francesco Vezzoli, Rick Owens ed Hedi Slimane.

co-fondatore e direttore
Mostra Commenti (0)

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Un messaggio

Frizzifrizzi è sempre stato e sempre rimarrà gratuito. Si tratta di un progetto realizzato ogni giorno con amore e con impegno. La volontà è di continuare a farlo cercando di tenere al minimo la pubblicità. Per questo ti chiediamo una mano — se vorrai — con una piccola donazione. Potrai farla su PayPal.

GRAZIE DI CUORE.