La Réserve: anteprima

Voglio fare un esperimento, già in uso su questo blog.
Questo weekend andrò come inviata per frizzifrizzi all’Hotel La Réserve in Abruzzo, precisamente a Caramanico (Pe) nel cuore del Parco Nazionale della Majella.

Preciso subito che io sono abruzzese e la Majella è la montagna che ha vegliato su di me per tutta la mia infanzia, di conseguenza sono palesemente di parte per ciò che concerne la location, a parlare sono i miei occhi, profondamente innamorati di questa terra. Devo anche dire, a onor del vero, che Caramanico non gode di altrettanto enfasi nei miei ricordi visto che poco più che ragazzina ero costretta a recarmi lì giornalmente su e giù per strade impervie costellate di tornanti a fare le cure termali.
Ai tempi La Rèserve non esisteva ancora, quindi non la conosco se non attraverso le email di presentazione che ho ricevuto e le mie escursioni sul sito ufficiale. Non nego di aver sbirciato anche su qualche forum di viaggiatori e appassionati di spa per sapere qualcosa in più, ma partendo dal presupposto fondato che le esperienze sono comunque molto soggettive soprattutto per ciò che concerne il benessere personale, resetto il mio cervello e mi concentro su quelle che sono le mie impressioni solo visitando il sito internet.
La finalità di questo esperimento sta nel capire quanto il sito della struttura condizioni le aspettative e quanto poi queste aspettative saranno effettivamente soddisfatte con l’esperienza reale sul posto.

La prima impressione tecnica è che il sito è un po’ datato e poco interattivo, ma il messaggio questo è un posto esclusivo dove rigenerarsi passa comunque anche per i prezzi al di sopra della media, dopo tutto è un hotel a 5 stelle (vedremo se poi di 5 stelle si tratta realmente!).
La struttura la cui architettura appare essere molto austera, quasi un bunker militare con molto cemento (troppo direi), è collocata nel bel mezzo della Valle dell’Orfento dalle bellezze mozzafiato.
Gli abruzzesi sono famosi per essere forti e gentili spero che sia esattamente questo che troverò lì, una gentilissima accoglienza per lasciarsi coccolare così come si legge sul sito.
Le proposte sono tante soprattutto quelle del Trattamento benessere interessante sembra essere la novità del 2011, la sessione bellezza orientale. La Réserve offre percorsi e sentieri: io opterei per tutti quelli della sezione i Sentieri La Réserve.
Mi ha sorpreso molto che sul sito un’intera sezione sia dedicata ai prodotti di bellezza I Puri senza però dare la possibilità dello shop on-line.

Ultima cosa che mi ha colpito è il ristorante Le Regard che sembra rispecchiare, attraverso le sapienti mani dello Chef Antonello de Maria, la dieta mediterranea e soprattutto la cucina abruzzese ricca di specialità che vanno dai mari ai monti e soprattutto di pregiate materie prime essendo una terra dalle mille risorse. Lo chef promette molto gusto anche per le diete ipocaloriche e visto che seguo una tristissima dieta per affrontare con sufficienza la prova costume, spero che le promesse siano mantenute soprattutto a tavola: mai deludere una donna a dieta!

La prossima puntata direttamente dal’hotel La Réserve, spero con entusiasmo.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altre storie
Il tempo sospeso: da Librimmaginari una mostra collettiva di poster negli spazi urbani di Viterbo