Come chiamo mia figlia o mio figlio?

Baby names trends

Nella mia famiglia, su idea di mio nonno, siamo tutti SS. Non nel senso di crudeli nazisti in uniforme: qui si tratta di iniziali! Sbarbati il cognome (strano caso della vita: tranne me tutti gli altri maschietti hanno qualche pelo in faccia, tra baffi e pizzetti) e nome che rigorosamente inizia per S.

Dato che qualche mese fa ci siamo trovati a scegliere un nome per la futura nuova arrivata in casa Frizzifrizzi (io il papà, Ethel la mamma e Francesca la zia che ha già promesso di farla diventare una precoce fashion-addict), abbiamo cercato nomi davvero ovunque. Requisito fondamentale: dovevano iniziare per S e non essere già occupati. Tra me, mio padre, zii, cugini e cugine abbiamo già fatto fuori Simone, Sandro, Sergio, Silvano, Serena, Simonetta, Stefano e Silvia.

Stella non mi piace, Sofia lo trovo un nome da smorfiosa, con Scilla o Sibilla è sicuro che diventerà una darkettona, Samantha ha quell’acca che si presta a mille prese in giro, Susanna fa rima con tutta panna, con Svetlana ci diventa una badante, Sara non è male ma ne conosco troppe, con Santa tutti pretenderebbero troppo (nel bene o nel male) da lei, Selvaggia mi piaceva ma me l’hanno proibito.

In cerca di idee oltreoceano mi sono imbattuto in Baby Names Trends, un sito che analizza le tendenze in fatto di nomi made in USA.
Interessante per vedere quanto le mode (e soprattutto le celebrità) influenzino i nomi dei bebè. Vedi il caso Angelina, che ha avuto un boom dal 2001 in poi, oppure il famigerato Ridge, che pesa sulla carta d’identità di qualche giovane americano nato tra il 1988 e il 1989, in piena Beautiful-mania…

co-fondatore e direttore
  1. Sara? Io ringrazio ancora il papà e la mamma che mi hanno dato un nome tipo questo che difficilmente si presta ad abbreviazioni e storpiature… da non sottovalutare!

  2. Sandra, il nome di mia sorella, mi è sempre piaciuto.
    Sara perchè è uguale in tutto il mondo anche se scritto diversamente.
    Serafina che vuol dire “dolce, purissima”.
    Sole, il nome che preceduto da Maria avrei messo a Samuele, il mio secondogenito, se fosse stata femmina..

  3. Un mia amica ha avuto una bimba e l’ha chiamata Sveva: è un nome molto bello e fine, ed era lo stesso di sua nonna. Come dire: classe + rispetto della tradizione. Approvo.
    Riguardo al nome Sibilla, che fino ad ora mi era piaciuto, temo tu abbia ragione… nomen omen insomma. altro che Giulietta e Romeo e la presunta irrilevanza del chiamarsi in un certo modo…

  4. giuro: non sono darkettona
    però metto in guardia: i nomi particolari ti fanno sentire bene finchè non scopri che comunque non sei l’unica al mondo con quel nome ( traumi infantili =)

  5. mi ha colpito “stella non mi piace “al primo posto…….io ho fatto fatica da piccola a portare un nome un pò pomposo.ma con il tempo ho imparato ad apprezzarlo.piace molto ai bambini che imparano a conoscere le stellae molto presto,c’è una filastrocca che credo venga ancora molto usata.ai miei tempi era bbastanza raro conoscere un’altra stella,magari c’era davanti maria oppure era una stella alpina.bè a me piace !
    ma non scrivo per fare pubblicità ,un consiglio :io credo che i bambini nascono predisposti per un nome …scegliete e pi vedete se le sta bene.by by

  6. Non è che proprio non mi piaccia, Stella. In realtà era il nome della cagnetta della mia ex-ragazza che mi si attaccava continuamente al polpaccio soprattutto quando aveva le mutandine nere anti-mestruo. Quindi Stella l’ho depennato per non avere ogni volta in mente quest’immagine quando penserò a mia figlia ;)

  7. Mia figlia si chiama Sole, ed è un nome che ho tenuto perchè è lei la luce che illumina la mia vita…

    Sveva è un nome molto bello, ma … annulerei il fatto dell inizio con la S..
    Chiamala Eden..!!o Eva!!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altre storie
Un Samsung Galaxy Tab S7 e 9 buoni propositi per il 2021