Kiosk

Kiosk

Un’idea interessante, un modo furbo per far soldi o una critica al design firmato: sono le possibili interpretazioni per Kiosk, negozio newyorkese che vende (anche online) prodotti recuperati in giro per il mondo.

Dopo ogni viaggio infatti i proprietari del negozio mettono in vendita oggetti qualunque – si va dal fischietto a forma di passerotto ai pastelli colorati, dalle racchette da ping pong alle scarpe di carta – a prezzi popolari ma non troppo.
Lo scopo è quello di avere una sorta di temporary shop (i prodotti rimangono per circa 6/8 mesi) dedicato esclusivamente ad oggetti semplici e senza tempo. Un antidoto – per dirle con le loro stesse parole – al design delle grandi firme.

Tutti i prodotti venduti da Kiosk sono stati trovati in grandi magazzini, nei mercatini e nelle bancarelle delle varie città e paesi visitati.

via Anothercompany

co-fondatore e direttore

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altre storie
Gli 85 anni di Artek in una serie di foto storiche