Material Boy

Material Boy

L’Australia non è solo un paese di surfisti, cacciatori di coccodrilli o contadini che sorvolano le proprie terre in elicottero (sì, tutto quello che so sull’Australia viene dai film anni ’80/’90…). Anche se in effetti diversi fashion designers sono proprio ex-surfisti, come nel caso di Mic Eaton, che nel 2003 ha lanciato il suo brand Material Boy che, al motto di celebration of your inner gay, gioca con l’ambiguità sessuale lanciando linee di abbigliamente maschile che di sicuro non starebbero male neanche addosso alla vostra migliore amica.

In Italia Material Boy non ha distributori ma potete comunque acquistare online i capi della vecchia collezione (con sconti piuttosto interessanti) su Purest Cut, dove tra l’altro trovate anche altri interessantissimi brands made in canguroland.

P.S.
Occhio ai prezzi, sono in dollari australiani quindi meno costosi di quello che sembrano!

via Smileplease

co-fondatore e direttore

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *