ArtRebels

Nata come casa discografica con base in Danimarca, ArtRebels si è presto trasformata in qualcosa di molto più ampio.
Aprite il vocabolario dei sinonimi e cercate la parola collaborazione, forse ci troverete scritto accanto ArtRebels.

Mentre nel resto del mondo digitale questo termine ha un significato piuttosto aperto e a volte vago, che spazia dal facciamo uno scambio di links al fai qualcosa per me e io non faccio niente per te e nemmeno ti pago, al contrario quelli di ArtRebels hanno sposato la filosofia dei tre moschettieri: tutti per uno e uno per tutti.

All’interno del collettivo ci sono creativi di ogni tipo, che sfornano prodotti e idee come fossero brioches alla marmellata, supportandosi ed ispirandosi a vicenda.
E questa vibrazione positiva sono riusciti a farla trasparire anche dal bellissimo sito che raccoglie tutto il materiale e nel quale vi consiglio di perdervi per un po’, cliccando dappertutto, tra i capi di abbigliamento, la musica, i video, gli oggetti di design, le opere d’arte, o la particolarissima e bellissima fanzine da sfogliare direttamente online.

Se il web fosse un grande palazzo con milioni di stanze, quella di ArtRebels sarebbe una delle più colorate: una specie di comune tecnologica e, a suo modo, fricchettona (nel senso buono del termine).

Via Josh Spear

co-fondatore e direttore
Mostra Commenti (0)

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Un messaggio

Frizzifrizzi è sempre stato e sempre rimarrà gratuito. Si tratta di un progetto realizzato ogni giorno con amore e con impegno. La volontà è di continuare a farlo cercando di tenere al minimo la pubblicità. Per questo ti chiediamo una mano — se vorrai — con una piccola donazione. Potrai farla su PayPal.

GRAZIE DI CUORE.