Ikuzukuri: un passo più in là del sushi

Se non amate il sushi perché il solo pensiero di mangiare del pesce crudo vi fa rabbrividire, guardatevi il video qui sopra.
Si chiama Ikuzukuri ed è una tecnica culinaria (ovviamente giapponese) particolarmente complessa che consiste nel servire al cliente del pesce, sfilettato, se ce n’è bisogno, e condito, ma ancora vivo.

Gli animalisti, tra di voi, già protesteranno, i deboli di stomaco saranno già corsi in bagno, ma prima di dare dei selvaggi ai giapponesi ricordate che la maggior parte di essi disapprova l’Ikuzukuri (che invece a me, che mangerei ogni cosa commestibile che vive in cielo, in terra o in acqua, fa venire un certa acquilina in bocca…).

Via Neatorama

co-fondatore e direttore
  1. molto “forte” come cosa…adoro il sushi…di ogni tipo e forma…ma quel che ho visto mi ha fatto accapponare la pelle….
    io non ci riuscirei a mangiare qualcosa con gli occhi che si muove ancora….sig

  2. che bisogno c’era di mettere questo post su frizzi frizzi?
    bah…

    – 1000 punti.

    già i pesci fanno una fine orribile perchè muoiono lentamente, se poi vogliamo anche consigliare di scuoiarli e divorarli pezzo per pezzo…

    non pretendo che tutti diventino vegan, troppo sforzo l’empatia etc per certi poveretti dotati di due neuroni atrofizzati, ma chiedo: a quando un bel post sul rispetto delle altre specie?

  3. Inizia tu a darci l’esempio…
    Rispetta, per esempio, la specie di chi non ha fatto la tua stessa scelta alimentare.

  4. be in effetti sembra una cosa piuttosto crudele.
    non so ma non credo che meriti molto rispetto ch fa soffrire cosi’ altri animali… e sopratutto chi se ne compiace.

  5. Io non commentavo il video, né il post.
    Credo che dare del bineuronico a chi la pensa diversamente non sia un bell’esempio di rispetto. Non si può reclamere rispetto per gli animali, se non si rispettano le persone.

  6. simo ricordami che se andiamo a mangiare a cena fuori decido io il menù…… mi raccomando…. cmq W il sushi o sennò mettiamo su il film Hannibal mentre cucina il cervello ad una persona viva… ;)

  7. Io non sono per niente vegetariana, anzi non potrei mai vivere senza la carne, ma (non so perchè!!) ho un istinto vegetariano verso i pesci. Soprattutto se vedo proprio il pesce intero nel piatto… e devo dire che questo video è terribile, ragazzi!! Non sono riuscita a guardarlo! Appena ho visto le branchie che si aprivano ho fermato tutto!! No, non potrei proprio mangiarlo questo piatto…
    Comunque credo che se mi trovassi un maiale intero sulla tavola, forse, e sottolineo forse, non riuscirei a mangiarlo. credo che il mio problema sorga solo quando vedo l’animale intero… infatti il sushi lo mangio tranquillamente! Mah, sono strana!

  8. Ahh..che figata questo blog…complimenti!

    Unica precisazione il nome della tecnica nipponica culinaria è:
    ikizukuri (生き作り, let. “preparato vivo”)

    Matanè(a presto)

    Gianluca & Kanako
    youkosoitalia.net

  9. @Roberta (che ci dà i punti): l’articolo voleva essere ironico e far scoprire qualcosa di nuovo a chi come me non sapeva di questa cosa – il rispetto per le altre specie, e qui mi riallaccio a quello che dice Francesca, non ci può essere quando non si rispettano le opinioni altrui: io potrei non essere d’accordo con questa pratica dell’ikizukuri, o potrei esserlo, non credo sia importante. L’ho segnalato e punto: per dare un’informazione, per ironizzare, anche per leggere commenti come il tuo e farmi due risate;
    @ Gab: hahaha ok ok, quando saremo a Barcellona insieme ordina tu ;)
    @Gianluka e Kanako: grazie per la precisazione! Bellissimo il vostro blog, lo inserisco subito tra le letture quotidiane!

  10. Grazie Simone..faremo lo stesso con il vostro blog…inserito in lista!

    Se ti interessa abbiamo redatto un post sui ristoranti giapponesi, e come riconoscerli dai cino-giapponesi..potrebbe interessarti…

    A presto

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altre storie
Tesori d’archivio: una collezione di lattine di birra che copre decenni di storia