Smile Children Plate: come far finire la cena ai vostri figli

Smile Children Plate

C’erano i tempi in cui bastava l’occhiata minacciosa di un genitore per convincere senza tante storie un bambino a finire quello che aveva nel piatto. Prima ancora si andava a suon di scapaccioni. Al limite i più ribelli lasciavano solo un piccolo avanzo, uno solo, giusto per la gloria.

Ma questi tempi sono passati: le occhiate dei genitori non fanno più paura a nessuno ed i bambini guai a toccarli anche con un dito. E allora arriva in aiuto la psicologia: un professore, tal Peter Raacke, si è inventato un semplicissimo piatto su cui c’è disegnato un infantile faccione che ride di gusto (di gusto nel senso che è il classico sorriso felice di chi si è appena pappato qualcosa di buono).

Pare sia un ottimo incentivo per i bambini che, pur di vedere il faccione, mangeranno tutto (l’alternativa, dopotutto, sarebbe lavare il piatto: anche quello non sarebbe male).

Lo Smile Children Plate lo trovate in vendita a £12.50 (18,56€) sul sito Thorsten Van Elten. Se non volete spendere e non siete dei cani a disegnare vi consiglio di comprare vernici apposite e farvelo da soli!

Via Babygadget

co-fondatore e direttore
  1. beh ma é un trucco che qualunque mamma di qualunque generazione conosce, ‘mangia checosì vedi il cagnolino/gattino/casetta/paperella/disegnoacaso’..il professor Peter Raacke ha efficacissimamente scoperto l’acqua calda :) (però il disegno é carino)

  2. beh comunque non funzionava molto, almeno per quel che mi ricordo..o forse ero io che avevo frainteso: ero convinta che il disegno che sarebbe ‘comparso’ sul piatto sarebbe stato diverso da quello che avevo visto nel piatto vuoto, e a veder riapparire -ovviamente- lo stesso disegno di prima la mia fiducia nelle magie della mamma ne era uscita molto scossa.. magari il piatto del prof riesce più convincente :)

  3. Somiglia vagamente ai piatti guzzini per la pizza, anche in quel caso ci sono delle simpatiche facce.Anche se per la pizza non sono necessari certi artifici psicologici!!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altre storie
LenzuoLino: la riscoperta di un “nuovo” antico lino passa per un corredino da culla