Frizzifrizzi è in pausa estiva. Torniamo a settembre.

Il progetto grafico di Dario Pianesi e Veronica Alba per la mostra Abecedario d’Artista

Sulle strade viaggiano le persone con le loro storie, portando con sé costumi, culture e sapori, contaminando i luoghi in cui arrivano con quelli da cui sono partiti, e viceversa. Attorno a una strada — la via Emilia, poco più di 260 chilometri di tracciato fatto costruire attorno al 187 a.C. dal console romano Marco Emilio Lepido — si è sviluppata un’intera regione, da Ariminum a Placentia, dall’Adriatico alle rive del Po. Una regione dalle due anime, separate da un trattino ma unite, appunto, da un via che ne attraversa in diagonale il territorio. Percorrendola, ci si immerge in un viaggio nel tempo, dove il presente sembra in certi punti sincronizzarsi con l’epoca di Lepido, o balzare d’improvviso in scorci che sembrano rimasti intatti da quando li immortalò Luigi Ghirri, come fossero appena usciti dalla grande mostra Esplorazioni sulla via Emilia. Vedute nel paesaggio — che proprio Ghirri curò nel 1986, con scatti suoi e di Olivo Barbieri, Gabriele Basilico, Vincenzo Castella, Giovanni Chiaramonte, Vittore Fossati, Guido Guidi, Mimmo Jodice, Klaus Kinold, Claude Nori, Cuchi White e Manfred Willmann — per materializzarsi nella realtà di fronte a noi.

Quella stessa diagonale è ora protagonista dell’identità di un mostra, Abecedario d’Artista, che espone 35 artiste e artisti under 35, tra i nomi più interessanti che lavorano in Emilia-Romagna (e qualche “vecchia” conoscenza di Frizzifrizzi): Irene Adorni, Bianca Bagnarelli, Barbara Baroncini, Francesco Bendini, Beatrice Caruso, Daniele Castellano, Nicolò Cecchella, Gloria Dardari, Iginio De Fraia, Chiara De Maria, Elisa De Nigris, Giulia Frascari, Silvia Gelli, Giacomo Gerboni, Alessandro Iovino, Lobo, Luogo Comune, Nicolò Maltoni, Luca Massaro, Elisa Menini, Matteo Messori, Kalina Muhova, Victor Fotso Nyie, OD’A, Simona Paladino, Mariangelika Ploumidou, Carlo Alberto Rastelli, Barbara Rossi, Martina Sarritzu, Gabriela Starciuc, Amy Su, Francesca Susca, Jacopo Valentini, Alice Zanin e Bettina Zironi.
L’esposizione — organizzata nell’ambito di Parma Capitale Italiana della Cultura 2020+21 e curata dall’associazione culturale TØRØ — è dedicata al tema del tempo e del paesaggio, e attraversa idealmente le città e i paesi della regione ma anche le discipline artistiche, con opere di fotografia e di illustrazione, di scultura e di pittura, di performance e video installazioni.

Abecedario d’Artista, progetto d’identità visiva
(courtesy: Dario Pianesi e Veronica Alba)

Aperta al pubblico dal 29 maggio al 25 luglio 2021 presso il Palazzo del Governatore di Parma, la mostra presenta un’intelligente e affascinante identità visiva che, come accennato, si rifà proprio alla via Emilia.
Il progetto grafico è frutto della collaborazione tra due graphic designer, Dario Pianesi, che in passato ha lavorato in Svizzera per Automatico Studio e a Londra per Nissen Richards Studio, e oggi divide il suo tempo tra Milano e la capitale britannica, e Veronica Alba, che ha studiato al London College of Comunication e ora vive e lavora a Milano.

«Le due A di Abecedario d’Artista» spiegano Pianesi e Alba, «diventano dei vettori di movimento che astraggono l’idea della diagonale suggerendo transitorietà e spazialità territoriale. Un’idea che è stata adattata a diversi formati, tra cui l’invito materico, i poster, il catalogo e la segnaletica interna della mostra».
Chi andrà a visitare l’esposizione, dunque, presti attenzione anche al materiale grafico, e non solo alle opere. La via Emilia passa anche là sopra.

Abecedario d’Artista, progetto d’identità visiva
(courtesy: Dario Pianesi e Veronica Alba)
Abecedario d’Artista, progetto d’identità visiva
(courtesy: Dario Pianesi e Veronica Alba)
Abecedario d’Artista, progetto d’identità visiva
(courtesy: Dario Pianesi e Veronica Alba)
Abecedario d’Artista, progetto d’identità visiva
(courtesy: Dario Pianesi e Veronica Alba)
Abecedario d’Artista, progetto d’identità visiva
(courtesy: Dario Pianesi e Veronica Alba)
Abecedario d’Artista, progetto d’identità visiva
(courtesy: Dario Pianesi e Veronica Alba)
Abecedario d’Artista, progetto d’identità visiva
(courtesy: Dario Pianesi e Veronica Alba)
Abecedario d’Artista, progetto d’identità visiva
(courtesy: Dario Pianesi e Veronica Alba)
Un messaggio

Frizzifrizzi è sempre stato e sempre rimarrà gratuito. Si tratta di un progetto realizzato ogni giorno con amore e con impegno. La volontà è di continuare a farlo cercando di tenere al minimo la pubblicità. Per questo ti chiediamo una mano — se vorrai — con una piccola donazione. Potrai farla su PayPal.

GRAZIE DI CUORE.