Io sono foglia: un poetico albo illustrato da Marianna Balducci

Le frane, si dice, cominciano con un sassolino. Di foglie secche capaci di scatenare eventi a cascata e finire (se poi finisce qui) con la pubblicazione di un libro, i detti popolari invece non parlano. Ma i vecchi proverbi — come insegna Rodari — sono appunto vecchi e ammuffiti e pensano di avere sempre ragione anche quando non ce l’hanno, e questa storia è cominciata appunto con un mucchio di foglie secche, che a un certo punto si sono messe a ballare.

È andata così. Era il 2017 e l’illustratrice Marianna Balducci pensò di provare a partecipare al concorso Lucca Junior, che quell’anno aveva come tema Rose nell’insalata: omaggio a Bruno Munari. Pochi giorni prima Marianna aveva perso una persona importante. Morale: sotto i tacchi. Voglia di disegnare: zero. Durante una passeggiata nel parco, proprio sotto i tacchi Marianna sentì scricchiolare le foglie. Cominciò a raccoglierne e se ne portò a casa un mucchietto: secche, gialle e arancioni, tutte contorte, delle forme più strane.
Disposte su un foglio, le foglie sembravano comporre una danza. Marianna cominciò a disegnare e uscì fuori questo.

Angelo Mozzillo e Marianna Balducci, “Io sono foglia”, Bacchilega Junior, 2020 (foto: Frizzifrizzi)

«“Complicare è facile, semplificare è difficile” e osservare il mondo (la natura, in particolare) con occhi sempre nuovi è imprescindibile. Dietro agli insegnamenti di Munari cammino lenta e rispettosa, perché “da cosa nasce cosa” e bisogna essere disponibili e puntuali all’appuntamento quando succede.
Così, se ci sono rose nell’insalata, sassi che sono anche isole, forchette parlanti, forse ci sono ginnastiche dolci che ci insegnano le foglie o magari danze che non hanno bisogno di coreografia perché le muovono le stagioni e il vento», scrisse lei. E io rimasi folgorato, tanto da scriverci su un piccolo articolo, uno dei pochissimi che abbia mai dedicato a una singola tavola.

Nel frattempo l’illustrazione l’aveva vista pure Davide Calì, pluripremiato autore per ragazzi, art director nonché penna di Frizzifrizzi. La mandò ad Angelo Mozzillo, anche lui scrittore di racconti, sceneggiature, reportage e filastrocche. Gli chiese — come racconta lo stesso Mozzillo in un’intervista uscita su Il lettore medio — «hai una storia per questo disegno?».

Angelo Mozzillo e Marianna Balducci, “Io sono foglia”, Bacchilega Junior, 2020 (foto: Frizzifrizzi)

Con la complicità di Calì, Marianna e Mozzillo (mi scuso se per lei uso il nome proprio ma la conosco da anni, prima in veste di studentessa poi di amica, e credo di averla chiamata per cognome solo durante l’appello) hanno cominciato a lavorare insieme. Lui scriveva, lei disegnava. I testi nascevano dalle illustrazioni e dalle foglie, e nuove foglie e illustrazioni spuntavano dai testi, tanto che pure tutta la fase di produzione del progetto si può benissimo immaginare come una danza.

Qualche mese fa, prima dell’estate, tutto il lavoro è finalmente diventato un libro: Io sono foglia, pubblicato da Bacchilega Junior.
Il bambino che ballava con le foglie nella tavola originale di Marianna è il protagonista di un poetico albo in rima, tra gioie e malinconie, avventure e piccoli sconforti.
Un libro che, tra le mani di un bambino e una bambina, può trasformarsi in un poderoso strumento di fantasia e di scoperta di sé.
Un sassolino — a qua torniamo daccapo — può scatenare un frana. Ma un po’ di foglie secche, per chi sa ascoltarne lo scricchiolio e trovarci dentro una storia, possono creare mondi.

Angelo Mozzillo e Marianna Balducci, “Io sono foglia”, Bacchilega Junior, 2020 (foto: Frizzifrizzi)
Angelo Mozzillo e Marianna Balducci, “Io sono foglia”, Bacchilega Junior, 2020 (foto: Frizzifrizzi)
Angelo Mozzillo e Marianna Balducci, “Io sono foglia”, Bacchilega Junior, 2020 (foto: Frizzifrizzi)
Angelo Mozzillo e Marianna Balducci, “Io sono foglia”, Bacchilega Junior, 2020 (foto: Frizzifrizzi)
Angelo Mozzillo e Marianna Balducci, “Io sono foglia”, Bacchilega Junior, 2020 (foto: Frizzifrizzi)
Angelo Mozzillo e Marianna Balducci, “Io sono foglia”, Bacchilega Junior, 2020 (foto: Frizzifrizzi)
Angelo Mozzillo e Marianna Balducci, “Io sono foglia”, Bacchilega Junior, 2020 (foto: Frizzifrizzi)
Angelo Mozzillo e Marianna Balducci, “Io sono foglia”, Bacchilega Junior, 2020 (foto: Frizzifrizzi)
Altre storie
Il nuovo numero di Shoplifters è dedicato al disegno