La rivista Creative Review compie 40 anni e li celebra con un numero speciale

Prima di diventare un magazine a sé stante, Creative Review era un supplemento trimestrale della rivista britannica Marketing Week, nata nel 1978 per far concorrenza a Campaign, testata che si occupava (e lo fa ancora oggi) di pubblicità, media e marketing. La decisione di lavorare a un supplemento venne presa per allargare il campo d’azione anche all’ambito creativo, che Marketing Week non trattava.
Il primo numero di quello che al tempo si chiamava Marketing Week’s Creative Review uscì nella primavera del 1980. Aveva un insolito formato quadrato, che diventò subito una delle caratteristiche distintive di una rivista che, in pochi anni, si ritagliò un ruolo di primo piano tra gli addetti ai lavori delle agenzie e degli studi britannici e di tutto il mondo.

Da allora sono passati quarant’anni, che oggi il magazine celebra con un numero speciale, ripercorrendo la propria storia ma anche quella dell’industria creativa degli ultimi decenni, e gettando uno sguardo ai prossimi anni attraverso quattro interviste ad altrettanti professionisti che — secondo la redazione — stanno contribuendo a dar forma al futuro: la musicista FKA twigs, il fotografo e filmmaker Tyler Mitchell, l’artista Jeremy Deller e la designer Annie Atkins.

Atkins (della quale abbiamo parlato di recente per i suoi poster) lavora principalmente per il cinema — c’è lei dietro ad alcune tra le più belle grafiche di film come The Grand Budapest Hotel e Isle of Dogs di Wes Anderson — ed è proprio a lei che è stata commissionata la copertina del numero celebrativo: un omaggio agli strumenti di lavoro dei grafici pre-computer, con i titoli disegnati ispirandosi al packaging di alcuni degli oggetti che sarebbero potuti essere nei cassetti di chi stava nella redazione di Creative Review in quel 1980, quando tutto cominciò: gomme, matite, nastro adesivo, Letraset, pellicola fotografica, spilli, lame per taglierini, fiammiferi, liquido per accendini.

Creative Review giugno/luglio 2020 si acquista online.

Creative Review, giugno/luglio 2020, copertina di Anne Atkins (fonte: www.creativereview.co.uk)

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Altre storie
Signs For: l’educazione non si ferma. Una serie di poster per ridurre il “digital divide”