I poster di V!rus per Medicina Democratica

Qualche anno fa, nella nostra rubrica Tesori d’archivio, parlai dei meravigliosi poster realizzati negli Stati Uniti tra gli anni ’30 e ’40, durante l’epoca del cosiddetto New Deal, il pacchetto di riforme economiche e sociali fortemente voluto dall’allora presidente Franklin Delano Roosevelt per risollevare il paese dopo il crollo economico della Grande Depressione.

La principale agenzia governativa coinvolta nella “ricostruzione” fu la WPA — acronimo che sta per Works Progress Administration. Creata nel 1935, fino alla sua chiusura, nel 1943, diede lavoro a milioni di americani, si occupò della distribuzione di alimenti e alloggi alle famiglie più svantaggiate, costruì scuole, strade, ospedali e infrastrutture di ogni tipo, promosse la cultura e l’istruzione e fu inoltre il principale datore di lavoro per artisti e professionisti della grafica e della comunicazione di quel periodo, ai quali venivano commissionati manifesti pubblicitari, di propaganda e di informazione: dagli spettacoli teatrali alle campagne di scolarizzazione e di sanità pubblica (qui c’è un grande e interessante archivio con centinaia di esempi).

(courtesy: V!rus)
(courtesy: V!rus)

Proprio ai poster della WPA si è ispirata la campagna di comunicazione realizzata da V!rus, neonata firma collettiva dietro alla quale stanno lavorando l’illustratore e fumettista Giancarlo “Elfo” Ascari, l’autrice, illustratrice e fumettista Pia Valentinis e il grafico Stefano Asili.

«Ci pareva che la comunicazione visuale sulle regole basilari da tenere rispetto al virus fosse inesistente o bruttarella», mi ha spiegato Ascari, «così, tramite Vittorio Agnoletto, abbiamo chiesto a Medicina Democratica [movimento di lotta per la salute, nato a fine anni ’60, ndr] di passarci un po’ di input da disegnare».

Da quegli input è nata una serie di immagini, che Medicina Democratica sta utilizzando per le sue campagne di informazione e che sono visibili anche sulla pagina Facebook di V!rus.

(courtesy: V!rus)
(courtesy: V!rus)
(courtesy: V!rus)
(courtesy: V!rus)
(courtesy: V!rus)
(courtesy: V!rus)
(courtesy: V!rus)
Altre storie
Entrare in un albo e ritrovarsi in un film