Un set di icone gratis pensate per l’emergenza Coronavirus

Qualche anno fa, parlando di una mostra e di un libro dedicati alla grafica relativa a settori come la medicina, la salute pubblica e l’industria farmaceutica, scrissi che «la grafica non cura direttamente i virus, non sa usare il defibrillatore, non protegge da malattie sessualmente trasmissibili, non estrae polipi, non previene le epidemie, non prescrive medicinali. Eppure la grafica è fondamentale in tutte queste attività: i manuali di medicina, gli atlanti anatomici, i prontuari farmaceutici, le confezioni dei medicinali, le campagne d’informazione, prevenzione e sensibilizzazione, i fogli con le istruzioni per kit da usare e tecniche da seguire, la segnaletica per aiutare i pazienti a orientarsi dentro a una struttura ospedaliera, rendere un ospedale o un reparto piacevole per i bambini, velocizzare e rendere più efficace il triage in un pronto soccorso, raccogliere fondi per la ricerca — la comunicazione visiva ha un ruolo essenziale in ognuno di questi aspetti e il confine tra buon design e pessimo design, in casi del genere, può equivalere al confine tra la vita e la morte».

(courtesy: Paffi)

In queste ore, giorni, settimane di emergenza mondiale, l’importanza della progettazione visiva in tali ambiti è quanto mai d’attualità, e sono scese in campo addirittura le Nazioni Unite con una call internazionale rivolta proprio a chi lavora nell’industria creativa.
Al di là della retorica, chi progetta può effettivamente fare qualcosa di utile che porti a risultati tangibili, ed è questo lo spirito che ha animato due giovani designer veronesi, Giulia Peretti e Silvia Recalcati.

Entrambe laureate in Design della comunicazione presso il Politecnico di Milano, hanno fondato insieme lo studio Paffi, di base a Verona, che da pochi giorni ha messo online il Coronavirus Emergency Free Icon Set, un set di 100 icone da scaricare gratuitamente.

«Ci siamo chieste come dare il nostro piccolo contributo da designer in questo periodo di emergenza», spiegano Peretti e Recalcati. «Riteniamo che, ora più che mai, servano strumenti adatti ad una comunicazione veloce e diretta e dunque abbiamo disegnato e messo a disposizione liberamente per tutti, designer e non, un centinaio di icone che esprimono i temi fondamentali della vita di questi giorni, dall’emergenza sanitaria alla quotidianità dell’isolamento nelle nostre case. Saremmo semplicemente felici se a qualcuno potessero essere utili».

(courtesy: Paffi)
(courtesy: Paffi)
(courtesy: Paffi)
(courtesy: Paffi)
(courtesy: Paffi)
(courtesy: Paffi)
(courtesy: Paffi)
(courtesy: Paffi)
(courtesy: Paffi)
(courtesy: Paffi)
(courtesy: Paffi)
Altre storie
I colori di Parigi nelle vetrine delle mesticherie degli anni ’50