Design & Art: l’eclettico e colorato mondo di Paul Cox in un libro

Pittore, illustratore, grafico, autore di albi per l’infanzia: sono molti gli ambiti che la curiosità e il talento dell’artista francese Paul Cox hanno toccato nel corso della sua ultratrentennale carriera.
Classe 1959, nato a Parigi da genitori di origine belga e olandese — pianista e compositore il padre, pianista la madre — Cox ha capito fin da bambino che le arti visive sarebbero state “la sua cosa”.

Dopo aver cominciato a guadagnarsi da vivere come insegnante di inglese — «mi sembrava un’idea sensata avere, almeno all’inizio, un mestiere stabile per poter dipingere, contemporaneamente, in tutta libertà», spiega —, nei primi anni ’80 decide di dedicarsi completamente all’arte. In tutte le sue forme: non si è infatti limitato alle due dimensioni del foglio e della tela, mettendosi in gioco anche con oggetti, installazioni, giocattoli, allestimenti e scenografie.

Paul Cox, “Design & Art”, Corraini Edizioni, dicembre 2019 (courtesy: Corraini Edizioni)

Uno spirito eclettico che non si è manifestato soltanto nelle tante discipline e progetti che l’hanno coinvolto, ma anche nelle tecniche utilizzate e negli stili che negli anni ha esplorato, senza mai preoccuparsi troppo della coerenza stilistica — «soffrirei piuttosto di claustrofobia stilistica», dice lui —, e tutto questo esce fuori chiaramente da Design & Art, un libro che è una sorta di punto d’incontro tra la monografia, il catalogo, il memoir visivo e una “auto-enciclopedia”, che attraverso opere, oggetti, ricordi e commenti apre al lettore una finestra sul meraviglioso mondo di Paul Cox.

Paul Cox, “Design & Art”, Corraini Edizioni, dicembre 2019 (courtesy: Corraini Edizioni)

Inizialmente pubblicato in Giappone, Design & Art esplora l’intero e multiforme percorso artistico dell’autore, attraverso i suoi lavori ma anche con le parole, frutto della trascrizione delle conversazioni avute con l’editrice Takumi Hasegawa.
Pubblicato in Italia da Corraini, è diviso in capitoli — Manifesti e grafica; Giappone (paese col quale lo lega un rapporto speciale); Libri; Dipinti; Taccuini e paesaggi; Mostre, installazioni, scenografie; Oggetti — e tratta di aspetti tecnici, di metodo e degli artisti, dei libri e degli oggetti da cui Cox prende ispirazione.

Scopriamo che il primo manifesto l’ha creato a 15 anni «per un festival di film in super 8 organizzato dal mio amico d’infanzia François Fries a Flaine. Lo avevo stampato di sera, clandestinamente, nel laboratorio di serigrafia dell’École des Arts Déco, dove studiava mia sorella Françoise».
Che ha due atelier, uno a Parigi — dove ha realizzato la gran parte delle opere di grafica e i bozzetti delle scenografie — e uno in campagna, in Borgogna, in una vecchia fattoria, dove gli fanno compagnia due asini e due gatti.
Che i suoi oggetti preferiti sono una viola e un violino, dei cappelli — «ho sempre cercato invano un cappello come quello di Monet», rivela —, una lanterna magica, delle stampe giapponesi.

Paul Cox, “Design & Art”, Corraini Edizioni, dicembre 2019 (courtesy: Corraini Edizioni)
Paul Cox, “Design & Art”, Corraini Edizioni, dicembre 2019 (courtesy: Corraini Edizioni)

Spiega e racconta tutto, Cox. Mostra e commenta alcuni dei libri della sua biblioteca personale. Apre i suoi taccuini. Tira fuori gli strumenti che usa e dice come li usa. Quando parla di due delle sue tecniche preferite, il pochoir e la linoleografia, Design & Art sembra trasformarsi in una guida illustrata, una di quelle in cui si vedono tutti i passaggi.
E poi cita, consiglia, si svela. Del metodo che adopera per realizzare i libri illustrati ci informa che «disegno per prima cosa l’immagine più forte che mi viene alla mente. Disegno poi, una a una, le scene successive. Le collego tra loro e ne ricavo una storia. Non ho mai scritto una trama per i miei libri».

Sono centinaia le immagini, e incalcolabile è il valore didattico del libro, che mi sento di consigliare soprattutto agli studenti di arte e grafica, ma che in realtà è assai affascinante per chiunque lavori con la creatività.

In uscita a dicembre, Design & Art si può già prenotare sul sito di Corraini, e in occasione della pubblicazione verrà organizzata anche una mostra con alcune sue opere, il 7 dicembre, presso la Galleria Corraini di Mantova.

Paul Cox, “Design & Art”, Corraini Edizioni, dicembre 2019 (courtesy: Corraini Edizioni)
Paul Cox, “Design & Art”, Corraini Edizioni, dicembre 2019 (courtesy: Corraini Edizioni)
Paul Cox, “Design & Art”, Corraini Edizioni, dicembre 2019 (courtesy: Corraini Edizioni)
Paul Cox, “Design & Art”, Corraini Edizioni, dicembre 2019 (courtesy: Corraini Edizioni)
Paul Cox, “Design & Art”, Corraini Edizioni, dicembre 2019 (courtesy: Corraini Edizioni)
Altre storie
Pecker, un font del c****