Il “Lunario” 2020 di Laura Anastasio

Simbolo dei ritmi biologici — da quello mestruale a quello vegetale, dalle maree alla semina — la Luna sempre più spesso rimane fuori dai calendari “civili”, dominati dall’efficientismo dei ritmi lavoro-riposo, giorni neri-giorni rossi, come se le fasi del satellite che ci fa compagnia fin dalla notte dei tempi fossero irrilevanti per chi non studia il cielo e deve semplicemente mettersi dietro a un tavolo o davanti a una macchina a lavorare.

L’illustratrice e designer Laura Anastasio ha deciso però di riportare la Luna sulle pareti delle nostre case e dei nostri uffici, dedicandole un intero calendario, o meglio un Lunario che mostra i 12 cicli lunari del 2020, accompagnati dai più significativi eventi astronomici che ci aspettano il prossimo anno.

Laura Anastasio, “Lunario 2020”, Edizioni Sido (courtesy: Laura Anastasio)

«La luna è uno degli astri più affascinanti, dalla sua iconografia, associata a tradizioni e usanze lontane, fino al suo impatto sulla terra e sulla nostra vita quotidiana.
Ho voluto realizzare una sorta di almanacco attuale che fondesse in un’unica pubblicazione un’estetica contemporanea e una solida base scientifica. Grazie al Dr. Vincenzo Antonuccio dell’INAF (Istituto Nazionale Astrofisica) ho potuto consultare un vero e proprio almanacco astronomico annuale, una sorta di guida al cielo, che includeva fasi lunari, eclissi lunari e solari, elongazione dei pianeti e molto altro. Ho quindi deciso di tradurre in informazioni grafiche gli eventi visibili a occhio nudo e più rilevanti per la nostra quotidianità (eclissi, equinozi e solstizi)», mi ha spiegato Laura, che vive a Milano e lavora come art director presso la giovane casa editrice Edizioni Sido, con la quale ha pubblicato il suo Lunario.

Laura Anastasio, “Lunario 2020”, Edizioni Sido (courtesy: Laura Anastasio)

A livello progettuale, Laura ha adoperato lo stesso approccio che usa con i poster che spesso realizza: «Ogni mese del Lunario 2020 ha un’identità a sé stante, diversa da tutti gli altri», dice. «Non vi è un layout predefinito e l’estetica delle fasi lunari, insieme al colore utilizzato, prendono pieno possesso delle pagine e ne diventano gli unici protagonisti. Mi piaceva l’idea di poter stravolgere il concetto di calendario comune (solitamente composto da un’immagine e una griglia per i giorni, layout che si ripete per ogni mese) e realizzare un oggetto che a primo impatto potesse sembrare unicamente ornamentale, ma che in realtà fosse anche pratico e utilizzabile da chiunque, a prescindere dalla sua estetica».

Sul “pratico e utilizzabile” la domanda che potrebbero chiedersi in molti è «che ci faccio?», ed è già stata posta a Laura sul suo profilo Instagram da uno dei suoi follower.
La sua risposta: «Serve a calcolare l’inesorabile scorrere del tempo. I giorni di ogni mese sono accompagnati dalle rispettive fasi lunari e dai vari eventi astronomici, così che l’angoscia provocata dallo scandire del nostro quotidiano invecchiamento possa placarsi davanti l’immensità del cosmo e la sua indifferenza nei confronti delle nostre micro esistenze».
Chapeau.

Il Lunario 2020 si acquista online e nelle librerie e fumetterie che distribuiscono le pubblicazioni di Edizioni Sido.

Laura Anastasio, “Lunario 2020”, Edizioni Sido (courtesy: Laura Anastasio)
Laura Anastasio, “Lunario 2020”, Edizioni Sido (courtesy: Laura Anastasio)
Laura Anastasio, “Lunario 2020”, Edizioni Sido (courtesy: Laura Anastasio)
Laura Anastasio, “Lunario 2020”, Edizioni Sido (courtesy: Laura Anastasio)
Altre storie
I francobolli illustrati di Scout Editions