Frizzifrizzi è in vacanza fino a inizio settembre.
Mirko Ilić, Steven Heller, “Head to Toe: The Nude in Graphic Design”, Rizzoli, aprile 2018 (fonte: mirkoilic.blogspot.com)

Head to toe: un libro mostra l’uso del nudo nella grafica [NSFW]

La nudità, nel bene e nel male, attrae, e ben più di qualsiasi altro “costume”, maschera, veste o orpello. Richiama gli sguardi così come le proteste e le denunce. Può mettere in evidenza qualcosa ma anche oscurarla. Parlando di design, si potrebbe benissimo tirar fuori il celebre adagio attribuito a Ludwig Mies van de Rohe: less is more, perché che c’è di meno less e al contempo more di un nudo completo?

Essendo la disciplina che si occupa della comunicazione visiva, la grafica ha ovviamente utilizzato ampiamente lo strumento del nudo per far sì che un messaggio arrivi a destinazione il più efficacemente possibile: dalle pubblicità alle locandine dei film, dalle copertine dei libri a quelle dei dischi, dai poster degli spettacoli teatrali ai cartelloni degli eventi, i corpi — o parti di essi, specialmente quelle che solitamente stanno coperte — hanno sempre aiutato ad attirare l’attenzione: a vendere, che si tratti di una merce, un prodotto culturale o del messaggio in sé.

Mirko Ilić, Steven Heller, “Head to Toe: The Nude in Graphic Design”, Rizzoli, aprile 2018
(fonte: mirkoilic.blogspot.com)

Il nudo può anche non essere necessariamente erotico, può non avere niente a che fare con il sesso, può addirittura non essere tecnicamente un nudo ma anche soltanto ammiccare, ricordare, simboleggiare. Il nudo può essere fondamentale (leggi necessario) nella comunicazione di un messaggio oppure, al contrario, essere solo un furbo e gratuito specchietto per le allodole.
Le possibilità sono quasi infinite, ma solo le più interessanti sono state raccolte in un libro, Head to Toe: The Nude in Graphic Design uscito per i tipi di Rizzoli New York e curato da Steven Heller e Mirko Ilić, art director e iper-prolifico autore di libri su grafica e design il primo, illustratore, fumettista e designer il secondo.

Quello di Heller e Ilić non è un saggio, quanto piuttosto un’antologia che raccoglie esempi di uso del nudo nella grafica contemporanea (cosa già di per sé stuzzicante visto che i libri di arti visive dedicati a questo tema sono quasi sempre relativi a fotografia, pittura, scultura), con più di 600 immagini in 312 pagine, e opere perlopiù relative agli ultimi vent’anni, sicuramente meno problematici delle decadi precedenti per quanto riguarda censura e accettazione da parte del grande pubblico.

Mirko Ilić, Steven Heller, “Head to Toe: The Nude in Graphic Design”, Rizzoli, aprile 2018
(fonte: mirkoilic.blogspot.com)
Mirko Ilić, Steven Heller, “Head to Toe: The Nude in Graphic Design”, Rizzoli, aprile 2018
(fonte: mirkoilic.blogspot.com)
Mirko Ilić, Steven Heller, “Head to Toe: The Nude in Graphic Design”, Rizzoli, aprile 2018
(fonte: mirkoilic.blogspot.com)
Mirko Ilić, Steven Heller, “Head to Toe: The Nude in Graphic Design”, Rizzoli, aprile 2018
(fonte: mirkoilic.blogspot.com)
Mirko Ilić, Steven Heller, “Head to Toe: The Nude in Graphic Design”, Rizzoli, aprile 2018
(fonte: mirkoilic.blogspot.com)
Mirko Ilić, Steven Heller, “Head to Toe: The Nude in Graphic Design”, Rizzoli, aprile 2018
(fonte: mirkoilic.blogspot.com)
Mirko Ilić, Steven Heller, “Head to Toe: The Nude in Graphic Design”, Rizzoli, aprile 2018
(fonte: mirkoilic.blogspot.com)
Mirko Ilić, Steven Heller, “Head to Toe: The Nude in Graphic Design”, Rizzoli, aprile 2018
(fonte: mirkoilic.blogspot.com)
Mirko Ilić, Steven Heller, “Head to Toe: The Nude in Graphic Design”, Rizzoli, aprile 2018
(fonte: mirkoilic.blogspot.com)
Mirko Ilić, Steven Heller, “Head to Toe: The Nude in Graphic Design”, Rizzoli, aprile 2018
(fonte: mirkoilic.blogspot.com)
Mirko Ilić, Steven Heller, “Head to Toe: The Nude in Graphic Design”, Rizzoli, aprile 2018
(fonte: mirkoilic.blogspot.com)
Mirko Ilić, Steven Heller, “Head to Toe: The Nude in Graphic Design”, Rizzoli, aprile 2018
(fonte: mirkoilic.blogspot.com)
Mirko Ilić, Steven Heller, “Head to Toe: The Nude in Graphic Design”, Rizzoli, aprile 2018
(fonte: mirkoilic.blogspot.com)
Mirko Ilić, Steven Heller, “Head to Toe: The Nude in Graphic Design”, Rizzoli, aprile 2018
(fonte: mirkoilic.blogspot.com)
Mirko Ilić, Steven Heller, “Head to Toe: The Nude in Graphic Design”, Rizzoli, aprile 2018
(fonte: mirkoilic.blogspot.com)
Mirko Ilić, Steven Heller, “Head to Toe: The Nude in Graphic Design”, Rizzoli, aprile 2018
(fonte: mirkoilic.blogspot.com)
Mirko Ilić, Steven Heller, “Head to Toe: The Nude in Graphic Design”, Rizzoli, aprile 2018
(fonte: mirkoilic.blogspot.com)
Mirko Ilić, Steven Heller, “Head to Toe: The Nude in Graphic Design”, Rizzoli, aprile 2018
(fonte: mirkoilic.blogspot.com)
Mirko Ilić, Steven Heller, “Head to Toe: The Nude in Graphic Design”, Rizzoli, aprile 2018
(fonte: mirkoilic.blogspot.com)
Mirko Ilić, Steven Heller, “Head to Toe: The Nude in Graphic Design”, Rizzoli, aprile 2018
(fonte: mirkoilic.blogspot.com)
Altre storie
E se tornassimo alle Lire? Due studentesse hanno provato a immaginare le nuove banconote sovraniste