La storia di Philip Ashforth Coppola, l’uomo che da decenni sta disegnando tutte le stazioni della metropolitana di New York, l’avevo già raccontata un paio di anni fa.

Coppola, che oggi ha settant’anni, nel ’78 iniziò a immortalare con blocco e penna le decorazioni, i mosaici, le placche, le scritte, convinto che là sotto, tra i tunnel e le volte della New York City Subway, ci fosse un vero tesoro di artigianato e design, condannato però a passare perlopiù inosservato.

Philip Ashforth Coppola

L’allora trentenne di origine italiana, che sbarcava il lunario con lavoretti saltuari da lavapiatti oppure operaio di tipografia, decise quindi di cominciare a prender nota, di celebrare a suo modo le meraviglie che vedeva sui muri delle stazioni, pensando di riuscire a documentare tutto in appena qualche mese.

Quarant’anni più tardi Coppola è ancora lì che disegna. Stima di finire il lavoro attorno al 2030, quando sarà più che ottantenne. La sua opera — o meglio la sua missione — è stata raccontata da decine di articoli, a New York e non solo, e nel 2005 hanno anche girato un documentario su di lui, One Track Mind (il titolo, che si può tradurre come avere una sola cosa in testa, alludendo alla passione/ossessione di Coppola, è anche un gioco di parole con i binari, track).

Uno dei suoi blocchi note

Il regista di quel film, Jeremy Workman, è ora anche il curatore, assieme al collega filmmaker Ezra Bookstein, di un libro in uscita a maggio per i tipi di Princeton Architectural Press, anche questo intitolato One-Track Mind (qui il link Amazon).

Prima, vera raccolta di alcuni tra i migliori disegni di Coppola (in passato è stata prodotta una serie di libri in edizione limitata e molto costosi), One-Track Mind mette assieme 130 opere, accompagnate da curiosità e storie sulle decorazioni rappresentate e da una prefazione del grande scrittore newyorkese Jonathan Lethem.

Ezra Bookstein, Jeremy Workman, “One-Track Mind: Drawing the New York Subway”, Princeton Architectural Press, maggio 2018

Ezra Bookstein, Jeremy Workman, “One-Track Mind: Drawing the New York Subway”, Princeton Architectural Press, maggio 2018

Ezra Bookstein, Jeremy Workman, “One-Track Mind: Drawing the New York Subway”, Princeton Architectural Press, maggio 2018

Ezra Bookstein, Jeremy Workman, “One-Track Mind: Drawing the New York Subway”, Princeton Architectural Press, maggio 2018

Ezra Bookstein, Jeremy Workman, “One-Track Mind: Drawing the New York Subway”, Princeton Architectural Press, maggio 2018

Ezra Bookstein, Jeremy Workman, “One-Track Mind: Drawing the New York Subway”, Princeton Architectural Press, maggio 2018

Ezra Bookstein, Jeremy Workman, “One-Track Mind: Drawing the New York Subway”, Princeton Architectural Press, maggio 2018

Ezra Bookstein, Jeremy Workman, “One-Track Mind: Drawing the New York Subway”, Princeton Architectural Press, maggio 2018

Ezra Bookstein, Jeremy Workman, “One-Track Mind: Drawing the New York Subway”, Princeton Architectural Press, maggio 2018

Ezra Bookstein, Jeremy Workman, “One-Track Mind: Drawing the New York Subway”, Princeton Architectural Press, maggio 2018

Ezra Bookstein, Jeremy Workman, “One-Track Mind: Drawing the New York Subway”, Princeton Architectural Press, maggio 2018

Ezra Bookstein, Jeremy Workman, “One-Track Mind: Drawing the New York Subway”, Princeton Architectural Press, maggio 2018