Nata nel 2006, MOO è una di quelle aziende che prima o poi sono finite nel browser di designer, fotografi, illustratori e di chiunque, in generale, faccia parte dell’industria creativa o stia studiando per entrarci. E non solo nel browser, ma anche nei cassetti delle scrivanie, perché più o meno tutti si sono fatti spedire il pacchettino-campione gratuito dei biglietti da visita, delle cartoline o dei flyer prodotti dal marchio britannico.

Il segreto di MOO — e voglio precisare che non mi stanno pagando per dirlo — è lo stesso da ormai 10 anni: puntare su un buon design e introdurre continuamente nuovi elementi: nella tipologia di prodotti, nei formati, nelle carte utilizzate (poi sì, i campioncini, quelli sono il terzo segreto).

Ultima novità sono i biglietti da visita della serie Cotton che, come il nome suggerisce, sono fatti in cotone, materiale col quale si è fabbricata la carta secoli ma che ora viene utilizzato perlopiù nel campo delle belle arti.

Il cotone con cui vengono realizzati questi biglietti, però, è riciclato e proviene dalle vecchie t-shirt usate e buttate via. Della trasformazione in cartoncino si occupa la cartiera americana Mohawk.

E, sì, ci sono i campioni gratuiti anche di questi :)

(fonte: Moo)

(fonte: Moo)

(fonte: Moo)

(fonte: Moo)

(fonte: Moo)

(fonte: Moo)

(fonte: Moo)

(fonte: Moo)