La ricetta è semplice. Prendi uno dei soggetti più diffusi in assoluto sul web, star di milioni di video, animazioni e meme — i gattini — e mettilo assieme all’altra tendenza dominante negli ultimi anni, protagonista di libri, riviste, illustrazioni, interior design, vecchie stampe, servizi fotografici per lookbook di moda — e cioè le piante.

L’idea è di Stephen Eichhorn, artista di Chicago che lavora principalmente con il collage e ha iniziato ritagliando foto naturalistiche dal National Geographic e assemblandole in maniera tale da creare delle strutture che abbiano l’aria di essere state create dall’uomo e non dalla natura (per la cronaca: lui ha studiato architettura).

Circa tre anni fa, poi, Eichhorn alle piante ha iniziato ad aggiungere anche i gatti, iniziando così una lunga serie di opere, Cats & Plants, che ora sono finite in un libro che porta lo stesso titolo, pubblicato da una piccola casa editrice, Zioxla, di cui ho già parlato in passato per altri volumi a tema artistico-botanico: Strange Plants e Strange Plants II.

“Cats & Plants”, di Stephen Eichhorn, Zioxla, 2017

“Cats & Plants”, di Stephen Eichhorn, Zioxla, 2017

“Cats & Plants”, di Stephen Eichhorn, Zioxla, 2017

“Cats & Plants”, di Stephen Eichhorn, Zioxla, 2017

“Cats & Plants”, di Stephen Eichhorn, Zioxla, 2017

“Cats & Plants”, di Stephen Eichhorn, Zioxla, 2017

“Cats & Plants”, di Stephen Eichhorn, Zioxla, 2017

“Cats & Plants”, di Stephen Eichhorn, Zioxla, 2017

“Cats & Plants”, di Stephen Eichhorn, Zioxla, 2017