Save the date | Artisti e capolavori dell’illustrazione. 50 Illustrators Exhibitions 1967-2016

53 anni fa, in un’Italia molto diversa da quella di oggi e in un panorama editoriale che aveva dimensioni, ritmi e obiettivi assai differenti, nasceva a Bologna la Fiera del Libro per Ragazzi.
Il 1964 fu un anno fondamentale per la città: fu l’anno dello scudetto, morì Giorgio Morandi e venne posata la prima pietra del quartiere fieristico, dove poi, nel 1969, si trasferì pure la Fiera del Libro per Ragazzi, che per le prime cinque edizioni si svolse in pieno centro, coinvolgendo per più di una settimana la cittadinanza in un modo che oggi (in cui pochissimi bolognesi sanno cosa sia, dove sia e in che periodo dell’anno si tenga) sembra impensabile. Di contro, dai 44 espositori della prima edizione, si è arrivati ad oltre mille, da tutto il mondo, e l’evento, riservato perlopiù agli addetti ai lavori e ribattezzato Bologna Children’s Book Fair, è uno dei più importanti a livello internazionale per il settore.

Dagli editori agli educatori, dagli agenti agli stampatori, dai traduttori ai produttori per cinema e tv, per tutti coloro che lavorano con le storie per bambini e ragazzi la Children’s Book Fair è un momento imprescindibile nel calendario annuale delle attività, mentre per gli illustratori più o meno esordienti la fiera è una sorta di giungla in cui è difficilissimo sopravvivere ma soprattutto farsi notare (non a caso qualche anno fa il nostro Davide Calì ha scritto un’apposita guida in due parti, mentre il Mimaster di Milano pubblica una Illustrated survival guide dedicata all’evento).

Al di là degli affari, però, il cuore della fiera, fin dal 1967, è la Mostra Illustratori (o Mostra degli Illustratori), che attraverso una giuria di esperti seleziona ogni anno decine di talenti, tra professionisti già affermati e nuove promesse, che insieme formano un panorama piuttosto esaustivo dell’illustrazione contemporanea per ragazzi. Finire tra i selezionati può equivalere sia a una consacrazione che a un trampolino di lancio, anche perché la mostra viene poi presentata durante altri eventi internazionali.

In cinquant’anni di Mostra Illustratori, sono state esposte le tavole di alcuni tra i più grandi nomi dell’illustrazione e della grafica dalla seconda metà del Novecento a oggi, da Altan a Beatrice Alemagna, da Munari a Carvalho, da Quentin Blake a Luzzati, da Iela Mari a Květa Pacovská, e il mezzo secolo dell’esposizione è stato festeggiato durante la scorsa edizione della fiera con un libro, Artisti e capolavori dell’illustrazione – 50 Illustrators Exhibition 1967 – 2016, pubblicato da Corraini, e con una omonima mostra itinerante, che dopo aver fatto tappa in Polonia, a Wroclav, è tornata in Italia e precisamente a Milano, presso il Laboratorio Formentini per l’editoria, grazie alla collaborazione tra Mimaster illustrazione – Officine Buena Vista e Bologna Children’s Book Fair.

L’inaugurazione della tappa milanese, a cui parteciperanno Elena Pasoli, exhibition manager della Bologna Children’s Book Fair, Paola Vassalli, curatrice della mostra e del libro, Ivan Canu, direttore di Mimaster Illustrazione, e l’illustratore Philip Giordano, è prevista per l’8 febbraio.
L’esposizione rimarrà allestita fino al 1° marzo.

Artisti e capolavori dell’illustrazione
50 Illustrators Exhibitions 1967-2016

QUANDO: 9 febbraio — 1 marzo 2017
OPENING: 8 febbraio | 19,00
DOVE: Laboratorio Formentini per l’Editoria | via Marco Formentini 10, Milano
INFO: laboratorioformentini.it