Un archivio immenso, fatto di migliaia di pezzi, la maggior parte dei quali risalenti tra il 1890 e il 1940.
Quella di Images Musicales è una collezione privata interamente dedicata agli spartiti. O, meglio, alle copertine illustrate degli spartiti musicali, molte delle quali disegnate da anonimi artisti di cui si è persa ogni informazione, altre invece opera di più o meno celebri pittori e grafici dell’epoca.

Navigare tra gli oltre 10.000 esemplari non è semplicissimo (c’è comunque anche un blog che di tanto in tanto propone qualche approfondimento), e le immagini purtroppo sono di piccole dimensioni, abbastanza però per occupare ore e ore del tuo tempo a “scartabellare” virtualmente tra splendidi esempi, soprattutto di Art Nouveau ed Art Deco, ma anche pezzi evidentemente ispirati dalle avanguardie storiche come l’Espressionismo tedesco, il Futurismo, il Costruttivismo russo.

(fonte: imagesmusicales.be)

Tra le tantissime chicche anche decine di copertine realizzate dal pittore bergamasco Arturo Bonfanti, quasi tutte risalenti agli anni ’20 e ’30 (più tardi diventerà principalmente un astrattista) e quelle di Carlo Innocenzi, che iniziò la sua carriera proprio come illustratore di copertine per poi diventare compositore e autore di colonne sonore (la celeberrima [se potessi avere] Mille lire al mese è sua).

Sono comunque più di 2.000 gli illustratori presenti, e al di là dei soli disegni l’archivio è molto interessante anche per il lettering e i caratteri tipografici utilizzati, oltre che per il progetto grafico.
Piccola nota per gli stampatori che dovessero capitare su questo post: gran parte dei pezzi di Images Musicales sono stati stampati con la litografia e la zincografia.

(fonte: imagesmusicales.be)

(fonte: imagesmusicales.be)

(fonte: imagesmusicales.be)

(fonte: imagesmusicales.be)

(fonte: imagesmusicales.be)

(fonte: imagesmusicales.be)

(fonte: imagesmusicales.be)