Pijama e Papier Tigre hanno collaborato per una mini-collezione di pochette e notebook

Sono passati 10 anni da quando Monica Battistella e Sergio Gobbi hanno fondato Pijama, marchio che da allora è letteralmente esploso, con una distribuzione a livello mondiale e un catalogo di prodotti, tra borse e custodie “morbidose” che è cresciuto a dismisura da quando li conobbi per la prima volta—credo fosse il 2007, io ero a Verona, loro stavano appena iniziando a farsi conoscere e mi regalarono una custodia per lo smartphone.

In questi 10 anni, oltre alla quantità e alla qualità, è cresciuto anche il numero di collaborazioni: è ormai difficile star dietro a tutte le capsule collection e alle edizioni limitate sfornate in quel di Milano da Monica e Sergio.

pijama_papiertigre_6

In attesa della prossima, l’ultima realtà con cui Pijiama ha allacciato un link—che in questo caso attraversa le Alpi e arriva fino in Francia—è il marchio parigino Papier Tigre, che dal 2012 realizza vere e proprie meraviglie grafiche in forma di cancelleria, accessori e decorazioni per la casa (a dirla tutta, avendo a disposizione qualche migliaio di euro da spendere, è difficile dire con certezza a quale delle due aziende verrebbe voglia di vuotare i magazzini per prima).

Presentata durante la scorsa design week, la capsule collection di Pijama + Papier Tigre si sviluppa in due prodotti, un blocco note e una pochette, il primo in carta riciclata, la seconda in cotone e neoprene, con stampa digitale, capace di contenere un iPad mini, ed entrambi caratterizzati da una grafica (ovviamente opera di Papier Tigre) che rappresenta una foglia stilizzata declinata in vari colori.

pijama_papiertigre_4

pijama_papiertigre_3

pijama_papiertigre_2

pijama_papiertigre_5

Altre storie
Un numero speciale di LogoArchive dedicato al modernismo canadese