fbpx

Save the date | MGZN, un evento dedicato all’editoria indipendente, digitale e mainstream

mgzn_1

Noi la chiamiamo rivista, o periodico, dando al termine un senso temporale: qualcosa che torna a cadenza fissa, l’attualità (o la storia, o la moda, la musica) “rivista” (appunto) sulle pagine di un giornale.
Gli anglosassoni invece dicono magazine, che ricorda il nostro magazzino e in effetti l’etimologia conferma, e traccia l’origine della parola nell’arabo makhzan, che significa ordinare, riporre.

La rivista quindi come un magazzino—di informazioni, di tracce da seguire, di novità, di approfondimenti, di rette tangenti che ti portano fuori rotta—ruolo che però sempre di più sembra ritagliato su misura per l’immaterialità del web e il suo inarrestabile flusso di notizie, più che per la carta, ma solo per coloro che paventano il Grande Scontro pixel vs. inchiostro, senza rendersi conto che l’importante è ciò che sta “dentro al magazzino”, il modo di produrre, scegliere, ordinare, presentare le “merci”, non tanto il medium attraverso il quale le si offre al lettore.

Questo non significa che il settore dell’editoria periodica non sia in crisi. Tutt’altro. E da queste pagine lo andiamo ripetendo da tempo. Come pure continuiamo a segnalare attraverso una rubrica, Issues, quelle tante, nuove realtà, talvolta piccole, quasi sempre indipendenti che stanno innovando un settore che dimostra di funzionare—anche quando si guarda alla cosiddetta editoria “mainstream”—quando si rivolge a fasce di pubblico ben precise, spesso puntando proprio su un’offerta diversificata tra analogico e digitale, cercando di sfruttare al meglio quelle che sono le specificità di ogni piattaforma.

Un tema, questo, di cui si parlerà molto durante un evento come MGZN, ideato da Giovanna Sala e Luca Pianigiani in collaborazione con Jumper e col Dipartimento di Graphic Design di NABA, che ospiterà gli incontri presso l’Aula Magna.

«Abbiamo deciso di realizzare questo sito per parlare, in italiano, di riviste perché le amiamo e pensiamo che dalle nostre parti se ne parla ormai come se fossero degli “oggetti del paleolitico”», scrivono Giovanna e Luca, annunciando in qualche modo un ampliarsi del progetto online, al di là dell’evento.
Perché, continuano, «Per noi, “riviste” vuol dire tutto quello che è, nel mondo contemporaneo, una rivista: quelle fatte con le pagine di carta, quelle che si “sfogliano” su iPad, quelle che si scrollano su uno smartphone e anche quelle che sono “le riviste da vedere sul web”. No, non parliamo di siti, parliamo di riviste… non sempre è facile capire la differenza».

E se capire la differenza non è sempre facile, a tracciare il percorso ci penseranno gli ospiti di MGZN 2016, attraverso un intenso programma di incontri che mette assieme il meglio della scena contemporanea. Tra gli ospiti, lo segnalo per gli appassionati di editoria indipendente, ci sarà anche Jeremy Leslie, giornalista, autore e tra i più grandi esperti a livello mondiale di editoria periodica.

[cbtabs][cbtab title=”INFO”]MGZN 2016
Riviste, in breve

QUANDO: 19 febbraio 2016 | 9,00 — 18,00
DOVE: Aula Magna NABA | via Darwin 20, Milano
INFO: Facebook[/cbtab][cbtab title=”MAPPA”][/cbtab][/cbtabs]

Altre storie
Copertina fronte retro
Diciassette: il catalogo illustrato di una mostra sospesa, dedicata al campo profughi