Save the date | 4mq di Endorfina: illustrazioni (di Marta Iorio), oggetti e ibridi in mostra

Marta Iorio, pezzo in mostra dalla serie 4mq di Endorfina
Marta Iorio, pezzo in mostra dalla serie 4mq di Endorfina

Quest’estate ho scritto un pezzo sulle sirene. Pezzo che poi è finito su Dispensa, dato che dopotutto spiegavo come cucinarle e anche come catturale (consigliando di evitare quelle da allevamento).
Nel documentarmi sono finito sui grandi classici del “sirenismo” anni ’80/90, come Splash – una sirena a Manhattan, Sirene con Cher e ovviamente la Sirenetta disneyana, beatamente saltando a piè pari l’epoca d’oro dei primi del ’900, gli anni di Esther Williams (che ho imparato a conoscere durante il periodo universitario, dopo aver letto quel pazzo libro che è Sento odore di Esther Williams di Mark Leyner) e di Annette Kellermann, che invece non avevo mai sentito nominare.

Australiana, classe 1887, nuotatrice, ballerina, tuffatrice, attrice, scrittrice di fiabe e manuali nonché vegetariana, la Kellermann fu una figura seminale per il mondo dello spettacolo di inizio ’900 ed è passata alla storia come “la prima donna” in un buon numero di attività: la prima a portare un costume intero (cosa per cui fu anche arrestata, nel 1907: all’epoca veniva infatti considerata un’indecenza), la prima attrice con una certa fama ad apparire nuda in una produzione hollywoodiana (a sua volta la prima produzione a costare più di un milione di dollari), la prima atleta a rendere popolare il nuoto sincronizzato, tra le prime donne a tentare la traversata della Manica a nuoto.

Figlia di un violinista e di una pianista, la piccola Annette la musica ce l’aveva nel sangue fin da bambina, mentre al nuoto si avvicinò a causa di un problema alle gambe che la costringeva a indossare dei tiranti d’acciaio. Capita spesso, a chi ha problemi di mobilità, di trovare nell’acqua “il proprio elemento”, e così capitò pure alla Kellermann, che già da teenager vinceva gare e batteva record, prima di passare al grande schermo, per una breve ma intensa carriera cinematografica in cui recitò principalmente ruoli (appunto) da sirena.

Quando smise di recitare, a metà anni ’20 (ritiro che coincise quasi con la fine del cinema muto), l’artista continuò a esibirsi nei balletti acquatici fino agli anni ’40, con spettacoli-kolossal che prevedevano anche l’installazione di grossi acquari all’interno dei teatri, e di fatto continuò a fare “la sirena”, nel privato, fino alla morte, che giunse nel 1975.

Marta Iorio, pezzo in mostra dalla serie 4mq di Endorfina
Marta Iorio, pezzo in mostra dalla serie 4mq di Endorfina

Tra i simboli del femminismo di inizio ’900, curiosamente la Kellermann è ora la protagonista di una serie di opere “ibride” realizzate dall’illustratrice Marta Iorio che, reduce da un emozionante e fruttuoso viaggio a Palermo, porta in mostra a Bologna, presso Accà Vineria, illustrazioni e opere realizzate su oggetti vintage, immortalando l’inimitabile silhouette della Kellermann su carta e ceramica, oltre che nei quaderni e nei libretti autoprodotti realizzati in Sicilia in collaborazione con Edizione Precarie.

«Questa mostra presenta una raccolta di immagini in cerca di una storia che tarda a venire», ha scritto la Iorio nel testo che accompagna l’esposizione, «ma che ispira e rende fertile il mio lavoro».
Una sorta di “work in progress”, dunque, che forse un giorno prenderà il largo—per restare in tema natatorio—o forse resterà così. Ché in effetti la storia, a guardar bene c’è già, ed è quella di un personaggio che evidentemente ha scelto il talento di Marta per uscirsene fuori e nuotare di nuovo.

[cbtabs][cbtab title=”INFO”]4m di Endorfina
illustrazioni, oggetti e ibridi in mostra

QUANDO: 11 novembre — 13 dicembre 2015
OPENING: 11 novembre | 18,30
DOVE: Accà Vineria | via Nazario Sauro 19/A, Bologna
CONTATTI: facebook | mercoledì, giovedì, venerdì, sabato dalle 16.00 alle 19.30 su appuntamento 3286340102[/cbtab][cbtab title=”MAPPA”][/cbtab][/cbtabs]

Marta Iorio, pezzo in mostra dalla serie 4mq di Endorfina
Marta Iorio, pezzo in mostra dalla serie 4mq di Endorfina
Marta Iorio, libri e quaderni realizzati in collaborazione con Edizioni Precarie di Palermo
Marta Iorio, libri e quaderni realizzati in collaborazione con Edizioni Precarie di Palermo
Un messaggio

Frizzifrizzi è sempre stato e sempre rimarrà gratuito. Si tratta di un progetto realizzato ogni giorno con amore e con impegno. La volontà è di continuare a farlo cercando di tenere al minimo la pubblicità. Per questo ti chiediamo una mano — se vorrai — con una piccola donazione. Potrai farla su PayPal.

GRAZIE DI CUORE.