Artisanal Firewood: una parodia delle aziende “hipster”

È innegabile che un bel ciocco di legno, un ceppo, abbia il suo fascino. La solidità, le venature del legno, l’odore che emana quando viene buttato su un bel fuoco acceso… Ma da qui a pagare 1000 dollaroni per portarsene a casa uno e uno soltanto, per quanto curatissimo in ogni dettaglio, il migliore tra i migliori, scelto tra l’elite dei ceppi, poi certosinamente pulito, spuntato, liberato da ogni impurità, impacchettato e addirittura portato in macchina con la stessa delicatezza con cui si terrebbe in braccio un bambino, o una busta piena di uova.

Ovviamente si tratta solo di una parodia—piuttosto divertente a dirla tutta—di tutte quelle aziende dall’estetica hipster, fatte con lo stampino, coi soliti stereotipi—barbe, camicie da lavoro, tatuaggi traditional, legno, strumenti da lavoro, loghi pieni di frecce e nastri, il mantra (paradossale) dell’autenticità (diffida, diffida sempre dei #liveauthentic).

Schermata 2015-09-14 alle 12.05.19

Schermata 2015-09-14 alle 12.06.00

Schermata 2015-09-14 alle 12.05.35

Schermata 2015-09-14 alle 12.06.41

Schermata 2015-09-14 alle 12.06.13

Schermata 2015-09-14 alle 12.06.26

co-fondatore e direttore
  1. Caro Simone, é con gioia che torno a leggere Frizzifrizzi. Mi ero spaventati vedendolo non aggiornato e ho temuto il peggio viste queste ferie che immaginavo non finissero mai. Solo una domanda. Il font del testo degli articoli quale é? Perche mi sembra strano che tuto il ridfacimento grafico si mostri cosi eterogeneo rispetto a titoli, sottotili e link vari. Magari poi succede che l'iphone non ce l'abbia e sfortunato io.. Grazie e grazie per esser tornati!

  2. Sarà deformazione professionale, ma sento che devo rispondere a questa domanda. Il font (o "La font" come direbbe un hipster) è il "Montserrat". Non ti devi preocupare, anche il tuo iPhone lo leggerà senza problemi.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Altre storie
Meditation 17: John Donne e il Covid-19