Snask e la copertina “tattile” per il Washington Post Magazine

snask_washington_post_1

Solitamente restii a stilare classifiche e liste — i migliori posti dove mangiare, i 10 dischi più belli dell’anno, le 39 cose da fare assolutamente quando visiti la città (sulle quali invece riviste e quotidiani on- e offline indulgono come non ci fosse un domani), il Washington Post ha deciso di chiedere consiglio direttamente ai suoi lettori, selezionandone alcuni e realizzando poi un numero speciale del loro periodico The Washington Post Magazine con i suggerimenti raccolti.

Una volta stabiliti i contenuti, il problema era trovare lo studio creativo adatto a cui affidare il design della rivista e, dopo aver esaminato oltre 40 agenzie, la scelta è caduta su Snask, uno studio svedese che, ispirato dai temi delle varie liste che andavano pubblicate (luoghi, mangiare, bere, musica e arte, all’aperto, bambini, i preferiti tra i preferiti) e dalla richiesta da parte del Washington di un lavoro “tattile”, si è messo a costruire modellini per ciascuna delle iniziali delle varie categorie, ovviamente con l’estetica relativa al tema.

Il tutto poi è finito sulla copertina del magazine, nelle pagine interne e sul sito web mentre qui sopra e di seguito trovi anche le foto del “making of”.

snask_washington_post_2

snask_washington_post_3

snask_washington_post_4

snask_washington_post_5

snask_washington_post_6

snask_washington_post_7

snask_washington_post_8

snask_washington_post_9

snask_washington_post_10

snask_washington_post_11

snask_washington_post_14

snask_washington_post_13

snask_washington_post_12

co-fondatore e direttore

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altre storie
Rock and Roll Love Blueprint: la storia del rock in un poster