Partecipa al Booktober. Dal 1º al 31 ottobre.

Print Isn’t Dead #2

L’apoteosi della celebrazione dell’esaltazione dell’elogio dell’acclamazione della stampa, tutt’altro che morta, inizia fin dalle copertine serigrafate (opera di Heretic Studio) e prosegue con un’orgia di colori, sovrapposizioni ardite, contrasti spietati, font oversize, trasparenze e interferenze grafiche all’interno delle quasi cento pagine di Print Isn’t Dead nelle quali si parla — ma soprattutto si mostrano — le meraviglie che si possono ottenere con inchiostri, vernici, telai, timbri, presse e retini.

Il magazine, lanciato dall’agenzia/stamperia/community/blog d’ispirazioni People of Print e giunto già al secondo numero, finanziato grazie a Kickstarter come il precedente, andato esaurito dopo appena un paio di mesi dal lancio.

co-fondatore e direttore
Mostra Commenti (0)

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Un messaggio

Frizzifrizzi è sempre stato e sempre rimarrà gratuito. Si tratta di un progetto realizzato ogni giorno con amore e con impegno. La volontà è di continuare a farlo cercando di tenere al minimo la pubblicità. Per questo ti chiediamo una mano — se vorrai — con una piccola donazione. Potrai farla su PayPal.

GRAZIE DI CUORE.