Passare ore davanti a cose belle e gratis? La nostra rubrica Tesori d'archivio è la soluzione.

#diecifoto | Cristina Portolano

#diecifoto è una nuova rubrica in cui ospitiamo artisti, designer, autori, musicisti, giornalisti—in pratica personaggi che riteniamo interessanti—e sbirciamo dentro ai loro telefoni chiedendo di raccontarci (e al contempo raccontarsi attraverso di esse) le 10 dieci foto più significative tra quelle che tengono al sicuro lì dentro.

Cristina Portolano
Napoletana, classe 1986, vive a Bologna dove lavora come illustratrice e dove ha studiato all’Accademia di Belle Arti. Ha esposto in festival e gallerie di tutta Europa ed è stata pubblicata su libri, riviste e fanzine.

cargocollective.com/cristinaportolano
society6.com/CristinaPortolano

2-pozzuoli_casaaliceschiavone

Panoramino da casa di una mia cara amica di Napoli, precisamente di Pozzuoli, che avete intervistato anche su frizzifrizzi: Alice Schiavone. Si vede in lontananza Bacoli e Capo Miseno.
Ci sono stata perché mi ha aiutata a scansionare delle tavole che avevo fatto (la serie Scaricati a Mare) e poi sono rimasta a cenare con lei e la sua famiglia con questo panorama stupendo.

1-atrani

Foto delle vacanze, località Atrani, paesino sulla costiera Amalfitana dove sono stata 4 giorni quest’estate a casa di un’amico di famiglia e dove poi mi ha raggiunto per un giorno anche Rosario (Vicidomini, del progetto Peso Alle Immagini) che abita poco lontano. Stavamo al mare tutto il tempo!

3-dintorniSerbia

Costruzione abusiva che ho fotografato al volo mentre eravamo sull’autobus, in Serbia, mentre tornavamo dall’escursione in barca alle porte di ferro a Donji Milanovac. Ad agosto ho intrapreso questo viaggio sul Danubio serbo per disegnare questa mappa. Ho visto tanti luoghi ma questa costruzione qui mi ha incuriosito moltissimo e l’ho fotografata.

4-papastucca

Mio padre che sta passando lo stucco sul soffitto di una casetta che ho a casa mia, fuori al giardino. Quest’estate l’abbiamo un po’ rimessa in sesto per poterci fare un piccolo studio/laboratorio di serigrafia. Visto che papà è stato un grafico e lavorava con la serigrafia si è prestato molto volentieri!

5-casa_stefano_teramo

Casa dei genitori del mio fidanzato a Teramo, dove siamo stati per Natale. Al centro si vede la nostra gatta Puzzetta distesa sotto delle preziosissime piante che ogni tanto smangiucchiava. C’è questa atmosfera che mi ha aiutato a portare a termine il lavoro della mappa del Danubio della foto precedente. Un clima di pace e relax che solo le case dove sei cresciuto sanno darti. In questo caso per me è una casa che ho imparato ad amare e dove ci sto bene ogni volta che ci ritorno. Mi avvolge un senso di familiarità che neanche casa mia a Napoli riesce a darmi.

6-catalogo_Annidifficili

Questo catalogo è bellissimo! Se riuscite a procurarvelo fatelo, ci sono degli affiches di quegli anni veramente belli di Leonetto Cappiello, Marcello Dudovich su prodotti e iniziative napoletane. Ci sono varie opere, anche quelle in ceramica di Giuseppe Macedonio, un ceramista napoletano bravissimo ma poco conosciuto la cui figlia è molto amica di mio padre. Questo infatti l’ho trovato e sfogliato a casa sua, mentre mio padre gli aggiustava la caldaia.

7-fanafotoo

Lungomare di Napoli, durante una mia passeggiata solitaria e malinconica. Ho guardato giù e quelle scritte sulla pedana mi hanno fatto molto ridere! Simò Auguri! Fa na foto!

8-casinapompeiana

La casina Pompeiana è un piccolo gioiellino che si trova nel cuore di Napoli, all’interno di Palazzo Venezia su via Benedetto Croce (palazzo Venezia è appunto quello dopo il palazzo dove ha abitato Benedetto croce). Pochissimi napoletani conoscono le bellezze che si nascondono dentro a questi palazzi nobiliari in decadenza. Infatti c’erano soltanto altri due ragazzi che nella pace del giardino con alberi e piante rare studiavano per un’esame.
Se abitassi ancora giù sarei sempre lì, per fortuna l’accesso è ancora gratuito. Purtroppo però cade a pezzi, questo spazio così prezioso è lasciato a sé stesso.

9-serigrafia_anticaglia

Questo laboratorio è in un basso su via dell’anticaglia a Napoli (lo riconoscete perché la porta a vetri è tappezzata di foto dei film di Totò. Chiedete di Luigi de Girolamo. È lui che nell’insalubrità di questo spazio lavora come un pazzo stampando in serigrafia qualsiasi cosa e con la massima qualità! Dovreste vedere i suoi poster in quadricromia, spettacolari!)

10_paris_jeudepomme

Parigi, Place de la Concorde vista dalla terrazza dei giardini Tuileries. Ho scattato questa foto nei 10 minuti in cui ho aspettato che aprisse il museo Jeu de Paume, conversando con un guardiano di mezz’età di origini algerine che era al suo primo giorno di lavoro. Sono stata a Parigi per la mostra di 64 Kamasutra alla galleria SLOW organizzata da Francesca Protopapa, che ha curato il volume, che si compra online qui. Sono stati 3 giorni brevi ma intensi. Non ci ritornavo dopo il mio Erasmus da un anno o poco più. Sempre bella e stressante, infatti ora ho 2 herpes.