Passare ore davanti a cose belle e gratis? La nostra rubrica Tesori d'archivio è la soluzione.

Save the date | Visionary Dictionary

beppe_giacobbe_bibliotecadellamoda

Ormai siamo talmente derisi e sbeffeggiati dalla comunità internazionale che nemmeno ci facciamo più caso, intenti a combattere le nostre guerre tra poveracci, facendo a gara a chi alza di più la voce o a chi la spara più grossa, e mentre metà paese spara sentenze che non stanno in piedi l’altra metà gareggia per chi ha lo status di facebook che esprime più indignazione, qualcuno cercando col lumicino un senso civico di cui oltre al civico s’è smarrito anche il senso, qualcun altro preparandosi a una rivoluzione delle marionette che se dovesse mai scoppiare di sicuro sarà innescata da un sms sgrammaticato con gli apostrofi e gli accenti in stato confusionale.

Politica, ridere.
Economia, ridere.
Scuola, cultura, opportunità di lavoro, ridere ridere ridere.
Accesso al credito, semplificazione delle leggi, pari opportunità, tolleranza, ridere ridere ridere ridere.
Coerenza, senso di responsabilità, memoria storica, ah ah ah. Grasse risate.

Ma c’è una categoria che in silenzio—e non da oggi—è tra le poche a dar lustro a un termine, italiano, che agli occhi di chi vive fuori di qui è spesso sinonimo di macchietta, di pagliacciata. È la categoria degli illustratori, artisti/artigiani che parlano poco e lavorano tanto. E quando parlano lo fanno attraverso il segno e la rappresentazione soggettiva (frutto di un’opera di introspezione che forse tanti urlatori farebbero bene a provare a imitare), l’unico vero sistema di comunicazione capace di attraversare il tempo e le spazio e rimanere comunque comprensibile ai più.

Illustratore italiano, oltre confine, è sinonimo di qualità, intuito e professionalità. E di una lunga tradizione che a differenza di altre (vedi ad esempio la moda) ha saputo sempre rinnovarsi per restare ad altissimi livelli.
E indiscutibilmente uno dei più grandi illustratori in attività è Beppe Giacobbe, che ha lavorato per giornali, riviste, aziende di tutto il mondo e a cui è stato recentemente dedicato uno splendido volume intitolato Visionary Dictionary (al link trovi immagini e informazioni in più sul volume) edito dalla giovane casa editrice Lazy Dog.

Visionary Dictionary è uscito lo scorso dicembre ma il prossimo 11 febbraio verrà presentato a Milano presso la Biblioteca della Moda, in un evento in cui oltre a Giacobbe parteciperanno il caporedattore del Corriere della Sera Alessandro Cannavò (Giacobbe collabora regolarmente con l’inserto culturale domenicale del Corsera La Lettura) e Alessandro “Shout” Gottardo, altro pluripremiato talento dell’illustrazione italiana nonché nostra vecchia conoscenza: qualche anno fa regalò a noi e ai nostri lettori una utilissima Guida intergalattica per giovani illustratori.

QUANDO: 11 febbraio 2013 | 19,00
DOVE: Biblioteca della moda | via Alessandria 8, Milano | mappa
—si entra fino a esaurimento posti—

Altre storie
Premio Renner: una mostra in rosso