fbpx
mangrove 00

Mangrove

mangrove_00

Ispirato alle forme della natura, l’appenditutto Mangrove, realizzato in legno massello di pino, lavorato a mano, trattato con impregnanti ad acqua ecologici e infine finito a cera, nasce dalla mente del designer bergamasco Roberto Bonadeo.
Niente parti metalliche: tutto funziona a incastri e ogni incastro, come spiega Bonadeo, «è realizzato con intarsi e spinotti di legno divenendo così simbolo di sostenibilità e leggerezza».

Da sottolineare il fatto che nel libretto con cui il designer presenta la sua creazione, la comunicazione funziona in senso inverso: hai bisogno di un cappello? Lo trovi appeso a Mangrove. Una giacca? Pure. La borsa? Certo!
E sembra un po’ di ritrovarsi davanti non a un semplice attaccapanni ma un vero o proprio “staccapanni” che, come spiegava Gianni Rodari nella sua fiaba Il paese con la S davanti, funziona così:

– Poi abbiamo lo «staccapanni».
– Vorrà dire l’attaccapanni.
– L’attaccapanni serve a ben poco, se non avete il cappotto da attaccarci. Col nostro «staccapanni» è tutto diverso. Lì non bisogna attaccarci niente, c’è già tutto attaccato. Se avete bisogno di un cappotto andate lì e lo staccate. Chi ha bisogno di una giacca, non deve mica andare a comprarla: passa dallo staccapanni e la stacca. C’è lo staccapanni d’estate e quello d’inverno, quello per uomo e quello per signora. Così si risparmiano tanti soldi.

Altre storie
concrete freedom 1
Concrete Freedom: da BBDB Studio un libro sulle sperimentazioni di 15 creative, tra grafica e poesia concreta