Fidanzati in bottiglia

Riempite, di solito, con fiori o piante grasse, le ampolle si adattano benissimo anche ai fidanzati. Non quelli in carne ed ossa: simbolici, piuttosto. Una sorta di memento (da parte sua) per ricordarti che è tuo e puoi farci ciò che vuoi o, al contrario, un tuo modo di avvertirlo che “come ci ho messo te posso buttarti nel cestino e rimpiazzarti subito con qualcun altro – o più d’uno (ci stanno, credimi)”.
Nel caso tu voglia insistere con i messaggi “velati” c’è pure la versione Zombie.

[via]
Altre storie
1948—1992: la tesi di laurea di Alessandro Latela sulla comunicazione visiva della Prima Repubblica