Pitti | Emiliano Rinaldi

Dopo l’osteria si va a cavallo, passando però a bere un bicchiere, magari per brindare al fatto di esser diventato papà, com’è successo – da quanto leggo su Men’s Reverie – ad Emiliano Rinaldi, neo vincitore (ex-aequo con Andrea Pompilio) dell’ultima edizione di Who’s on Next.
E prima di montare in sella per una passeggiata al trotto tra le familiari campagne aretine di Emiliano, si va a salutar l’Alfredo, il fabbro del paese sempre vestito alla Cipputi, poi si va dal Franco, all’agriturismo su in collina, sempre impeccabile, lui, coi turisti giapponesi e americani che pendono dalle sue labbra.

Quella di Emiliano Rinaldi è una Toscana quasi da cartolina, tra capi da dressage rivisitati in un’ottica contemporanea ed ispirazioni contadine (scarpe grosse…) ed operaie filtrate attraverso la lente di un fashion designer che dimostra di saper guardare al Giappone e alle sue linee morbide, ai capi stropicciati, all’attenzione quasi maniacale per i dettagli e i materiali.

co-fondatore e direttore
Mostra Commenti (0)

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Un messaggio

Frizzifrizzi è sempre stato e sempre rimarrà gratuito. Si tratta di un progetto realizzato ogni giorno con amore e con impegno. La volontà è di continuare a farlo cercando di tenere al minimo la pubblicità. Per questo ti chiediamo una mano — se vorrai — con una piccola donazione. Potrai farla su PayPal.

GRAZIE DI CUORE.