Partecipa al Booktober. Dal 1º al 31 ottobre.

The Coveteur

Come scrive il mio amico Bollett di UrbanCamou, dove ho scoperto questo sito, The Coveteur è come The Selby ma forse (forse) anche meglio.
Lo sguardo di Erin Kleinberg (fashion designer) e Stephanie Mark (fashion editor) sembra molto più incuriosito, per deformazione professionale, dai guardaroba piuttosto che dal design e dalla confusione ubercool che tanto attrae Todd Selby e la navigazione all’interno delle gallerie di immagini è in effetti molto più (fashion)funzionale.

L’obiettivo finale, ad ogni modo, è lo stesso: entrare nelle case giuste dei personaggi giusti e soddisfare l’appetito morboso di schiere di design voyeurs.
Per farsi immortalare dall’obiettivo di The Coveteur credo che valga comunque l’ironico decalogo How To Get The Selby In Your Place

[via]
co-fondatore e direttore
Mostra Commenti (2)
  1. Hanno causato un po' di scalpore nella blogosfera perchè prima hanno utilizzato come nome per il proprio sito "the coveted", che già era il "marchio di fabbrica" di un'altro famoso blog, quello di Jennine, creatrice di Independent Fashion Bloggers.

    Jennine gli ha addirittura messo gli avvocati! E' un peccato che siano partiti un po' male, magari avranno una cattiva nomea, ma il sito invece vale, è davvero bello, tra l'altro ne ho scoperti di simili, ma senza feed rss ed è difficili seguirli e/o distinguerli gli uni dagli altri, avendo grafica simile e contenuti simili ( ragazze uber-cool dallo stile "mi sono messa la prima accozzaglia di cose che ho trovato").

    1. sì ho letto infatti del casino con "the coveted" (non l'ho menzionato per non creare un ulteriore sovraffollamento di links nel post… e perché dopotutto è un dietro-le-quinte che non cambia niente se vuoi vederti il sito)

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Un messaggio

Frizzifrizzi è sempre stato e sempre rimarrà gratuito. Si tratta di un progetto realizzato ogni giorno con amore e con impegno. La volontà è di continuare a farlo cercando di tenere al minimo la pubblicità. Per questo ti chiediamo una mano — se vorrai — con una piccola donazione. Potrai farla su PayPal.

GRAZIE DI CUORE.