Paolo Pasotti

Sfere dentro sfere (dentro sfere dentro sfere), ché quando te ne vai in giro sembri un intero gruppo itinerante di ballerini spagnoli; bocche ultrapop; ciondoli che sembrano la trasposizione in gioiello di un pezzo d’arte moderna degli anni ’50; parole distorte dentro anelli, collane e bracciali; materiali di riciclo, resine, legno e materiali naturali.

Il mondo del jewelry designer Paolo Pasotti – figlio d’arte: suo padre creava e lavorava bottoni, che tra le sue mani diventavano veri e propri esemplari da museo – sembra uscire da un trattato sull’arte del ‘900.
E quando andrete a vedervi il sito non perdetevi la sezione Processi Produttivi perché ne vale la pena!

Altre storie
LenzuoLino: la riscoperta di un “nuovo” antico lino passa per un corredino da culla