fbpx

Save the date | I Campana bros in Triennale

campana bros

Me la immagino la signora Campana star dietro ai suoi figlioli: “Humbertoooo, non puoi tagliuzzare il divano per farci un aquilone! Fernandoooo, sei stato tu a sventrare i peluche di tuo fratello? Perché rompete ogni cosa che prendete in mano?!” Il tutto pronunciato a gran voce in quella lingua strana che il purtugheisu, perchè quelli vivono in Brasile. A una certa età uno si iscrive ad Architettura e l’altro a Legge. Sistemati con dignità – pensa mamma Campana. Ma qualche tempo dopo i due presentano alla famiglia il progetto di una sedia fatta con pezzi di legno incollati a caso. “È tipo le favelas” spiegano loro ai genitori allibiti.

Il resto è storia. I Campanas oggi sono famosi come i Gallagher e i La Bufala. Se disgraziatamente esci con un patito di design, ma non sai nulla di design, tira fuori la coppia brasiliana, dichiarando amore folle per il morbido Cipria, che non è un gatto, ma è un divano. Poi mostra immensa gratitudine a Edra, che non è una tisana, ma un’azienda italiana che ha adottato i fratellini, producendo strepitosi arredi per case di gente molto ricca.

Se l’appuntamento con il tizio va a buon fine, il 15 ottobre portalo all’inaugurazione di Antibodies, mostra dedicata a Humberto e Fernando con cui la Triennale apre la stagione. Tra un’opera e l’altra chiacchiererete di ecologia e di recupero, di colore e di sperimentazione. Lui ti spiegherà cosa diamine significhi “design massimalista”, tu avrai la conferma di come l’integrazione tra culture sia la chiave di tutto e di quanto progetto e industria sappiano andare d’accordo. Magari anche tu e lui andate d’accordo. Magari giunti davanti a Scrigno, vi innamorate.

boaBoa by Fernando Campana & Humberto Campana – 2002

cipriaCipria by Fernando Campana & Humberto Campana – 2009

anemoneAnemone by Fernando Campana & Humberto Campana – 2001

sushiSushi by Fernando Campana & Humberto Campana – 2002

crignoScrigno by Fernando Campana & Humberto Campana – 2009

Altre storie
SUPERMAMA 1
Le porcellane della nuova collezione di Supermama