Una Holga digitale?
Aspettate a correre nei figozi (i negozi fighetti, quelli dei case per mac, delle toy cameras… ci siamo capiti no?) perché si tratta solo di un progetto. Comunque, geniale.

Come portare l’imprevedibilità della Holga nel mondo della fotografia digitale: riducendo al minimo le features e soprattutto togliendo mirino e display.
Scatti ma non sai cosa c’è nell’inquadratura e non sai se è a fuoco (perché la messa a fuoco è manuale!).

L’idea è di un giovane designer indiano, Saikat Biswas.
[via]

co-fondatore e direttore
  1. Bel design!

    Interessante il fatto di poter ruotare la parte superiore ed avere così il tasto dello scatto a sinistra.

    Non ho mai visto una macchina fotograficha pensata anche per chi è mancino.

  2. Bello il design.

    Ma il "bello" della Holga è dato da pellicola+lente+costruzione approssimativa.

    Tutte cose che qua mancano.

  3. Uhm..non capisco perché si faccia spesso l'associazione Holga – Toy Camera – Fighetto.

    La Holga è semplicemente una medio formato che costa 20 euro (pagata su ebay), e che se saputa usare (e il 90% della gente, bruciati i primi rullini, la abbandona..) non si scosta poi molto dalle sue "colleghe" più costose..

    Comunque, buona l'idea della Holga D, spero possa riuscire ad essere prodotta…

  4. lavoro con la Holga dai tempi in cui studiavo a n.y. allo ICP, è una macchina geniale e come scrive Andrea non ha nulla da invidiare alle professionali medio formato. aspetto la HOLGA D con ansia, ho scritto sul blog del progettista sollecitando l'uscita…ma ancora nulla!!! qualcuno ha notizie fresche???

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altre storie
Schemi, un viaggio su carta tra fotografia e illustrazione