Maiko

Maiko è il termine giapponese usato per definire le aspiranti Geisha, fanciulle che non passavano certo inosservate e dalle quali le persone venivano attratte. Così mi spiegano in una mail puntuale e divertente Sara Maisti e Carlotta Diamanti, le due designers ideatrici di questo brand nato a Prato pochi anni or sono.

Maiko è una linea di abbigliamento donna fresca, giovane divertente, ma anche molto femminile. Pensata e realizzata completamente in Italia.

A questa si affianca Maiko Unique, una linea di capi unici ottenuta dalla rivisitazione di capi vintage (soprattutto camice e vestiti di seta), ma anche utlizzando vecchie passamanerie e tessuti che le due vanno a scovare nelle manifatturie della zona (anche se in crisi, la città toscana resta comunque un importantissimo distretto tessile).

Nel Marzo 2007  hanno aperto il Maiko Shop a Prato, città nella quale risiedono tuttora, dove trovate in vendita le loro due linee ed una selezione di accessori handmade di designers che cambiano ogni stagione.

Vi è chiaro, le due mi hanno molto colpito tanto che vi voglio parlare anche dei loro cartellini-spallina. L’accessorio cult anni ’80, che trovate attaccato ad ogni capo, per le due fantasiose toscane è diventato anche un modo per fidelizzare la clientela. Chi riconsegna 5 cartellini-spallina, riceve in regalo un capo Maiko Unique.

Altre storie
Laju Slow Apparel: un nuovo marchio che è un inno alla lentezza