Masako Onodera

Masako Onodera

Tenete ben presente una cosa, chi mi conosce lo sa bene, niente mi fa più paura delle alterazioni della pelle. In due parole preferirei di gran lunga rompermi un piede che avere una brutta dermatite o delle verruche o peggio ancora…
Insomma non so se esiste una definizione più appropriata per questo ma io ho la fobia delle malattie dermatologiche.

Quando ho visto i lavori di Masako Onodera, ho provato un misto tra senso di disgusto e curiosità perché a prima vista mi ricordavano proprio delle vesciche o peggio delle verruche (peggio perché guariscono più difficilmente e credetemi lo so bene!).
Dopo che ho letto quanto lei stessa dichiara mi sono resa conto di non essere andata troppo oltre con la fantasia. Masako con le sue opere vuole rappresentare la crescita e la decadenza del corpo umano, dei suoi organi, delle sue appendici…
Questi accesori sono come quando da bambino sei in macchina e vedi sull’asfalto un gatto morto, ti dicono di non guardare, ti fa impressione quello che vedi, ma continui ad osservare fin nei minimi particolari!

Altre storie
Tesori d’archivio: le illustrazioni di moda di fine ‘800 / inizio ‘900