Vivian Lorca

Come si fa a descrivere una persona se questa assomiglia più a una forza della natura che alle altre centinaia di persone che conosci ed incontri per lavoro?
Vivian Lorca è così, una forza della natura: bella, scoppiettante, ironica, poliedrica. L’ho conosciuta qualche settimana fa ad un aperitivo e da allora non ci siamo più “perse di vista”. Conoscevo i suoi lavori da qualche tempo, mi ero ripromessa più volte di scrivere un post su di lei, ma poi per un motivo o per un altro non lo avevo mai fatto. Meglio così, dopo averla conosciuta personalmente credo che scrivere di lei sarà più interessante.

Vivian è nata in Cile, lì ha studiato all’Escuela Experimental dell’Arte di Santiago, poi si è trasferita in Argentina dove ha studiato danza e culture Afro Latine all’Accademia Riccardo Rojas di Buenos Aires.
Nel 1994 si è trasferita in Italia, per proseguire il suo percorso artistico dedicandosi al teatro e alla musica. Inizia in questo periodo a disegnare e produrre accessori per moda.
Nel 1998 a Bologna, pensa e realizza il suo atelier “ La Costumeria”, dove crea costumi di scena per teatro, video clip e cinema. Nello stesso periodo disegna la sua prima linea di abiti: pezzi unici realizzati in modo artigianale, utilizzando materiali tra i più diversi e improbabili.

Una caratteristica fondamentale del suo lavoro è la polivalenza di tanti dei suoi modelli, i suoi vestiti si adattano a più di una taglia, non solo abiti e cappelli si trasformano, dando la possibilità di indossarli in molti modi diversi. Fantastico il vestito “Chance” che ho talmente tanto pubblicizzato da indurre molte mie amiche a comprarlo!

Altre storie
Le Cartoline Gioiello nate dalla collaborazione tra la designer Giulia Tamburini e il disegnatore Ettore Tripodi