Passare ore davanti a cose belle e gratis? La nostra rubrica Tesori d'archivio è la soluzione.

Speciale Matrimonio: famolo strano

Ice Church

Con famolo strano, Verdone invitava la Gerini (o viceversa, non ricordo bene) a “mettere un po’ di sale” nella loro vita di coppia.
C’è chi, però inizia “facendo strano” il matrimonio stesso. Anche in Italia sempre più coppie scelgono di rendere il giorno del matrimonio indimenticabile per loro e per i loro invitati.
Le agenzie che organizzano matrimoni “strani” si moltiplicano. Moltissimi per esempio decidono di sposarsi all’estero. Tra le mete più gettonate: Caraibi, Las Vegas, New York, Messico, Bali, Scozia.

Dei matrimoni all’estero quello che mi ha più colpita è quello organizzato nella chiesetta di ghiaccio di Jukkasjarvi, che si raggiunge da Stoccolma con un’ora e mezza di volo, sbarcando all’aeroporto di Kiruna, e un breve tragitto in auto. I festeggiamenti possono proseguire nell’Ice Hotel, l’albergo di ghiaccio, che viene inaugurato ogni anno in dicembre per sciogliersi poi in aprile, qui si dorme sopra blocchi di ghiaccio, su materassi di rami di abete e coperte di renna, dentro a speciali sacchi a pelo.

Vi ricordo che le cerimonie all’estero, se pur folkloristiche ed esotiche non hanno (quasi mai) valore legale in Italia, perciò prima di organizzare un matrimonio del genere accertatevi che il rito che si celebrerà acquisti poi valore civile in Italia. Il consiglio è di consultare un avvocato matrimonialista, ma se non volete aggiungere quest’altra voce alle spesa già esosa… documentatevi.
Per esempio, il sito Iusreporter spiega bene molte cose.

Restando in Italia, il rito civile per essere valido deve essere celebrato presso il municipio, quello religioso non prevede vere e proprie limitazioni nella scelta del luogo, potenzialmente potrebbe essere celebrato ovunque vi porti la vostra fantasia… e fin dove il celebrante è disposto a seguirvi!
Per i più “originali” esiste la possibilità di concedersi un secondo rito religioso simbolico, che permette lo scambio della promessa d’amore eterno nei luoghi più svariati: sott’acqua, in montagna, in bicicletta, in paracadute, con il bungee jumping…

P.s.
Qualunque sia la vostra scelta: equo solidale o epicureo, romantico e tradizionale o strano ed estremo, con un vestito da meringa oppure in bikini…Auguri a tutti!
Specie al mio “fratellino” che mentre scrivevo questo post, mi ha annunciato il suo matrimonio tra meno di sei mesi.

co-fondatrice e caporedattrice

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Altre storie
Numero Cromatico, la percezione dell’arte