UNYK, la rubrica intelligente?!

UNYK

Un amico mi manda un invito per entrare in UNYK. Temo sia il solito spam, tipo Ringo o Hi5 da cui continuo a ricevere mail senza mai nemmeno essermi iscritta.
Invece no, controllo sul sito e vedo che forse può esser qualcosa di utile. UNYK infatti permette ai suoi utenti di integrare tutte le rubriche sparse per le varie email in una sola, gestibile dal sito. Non solo, ogni volta che uno dei contatti presenti aggiorna o cambia le informazioni, verrà aggiornata automaticamente anche la nostra rubrica, senza alcuna manutenzione.

Perplessità? Un paio… Innanzitutto non sono certa della sicurezza del sito: ovviamente per “importare” le differenti rubriche è necessario inserire la propria password d’accesso. Inoltre, durante la registrazione vengono chieste molte informazioni personali. Intanto ho fatto un esperimento, ho aggiunto solo alcuni contatti e staremo a vedere se risulterà utile!

contributor
  1. Nonostante il servizio possa sembrare nuovo ed efficiente, è ancora da valutare la sua sicurezza e la sua affidabilità. Non dimentichiamo, infatti, che per consentire ad Unyk l’accesso alle nostre rubriche, è necessario fornire i nostri dati di accesso alle caselle email, comprese le password ed inserire, all’atto della registrazione, numerose informazioni personali. Purtroppo, vi è in giro molta superficialità nel rilasciare dati personali ed i rischi connessi a furto d'identità, ad es. poniamo il caso che [email protected] sia un famoso avvocato e qualche truffatore lo si usi spacciandosi per il famoso avvocato al fine di trarne benefici.

    Inoltre, gli spammer hanno una fame bulimica di indirizzi di posta. I modi per procurarseli sono molteplici. Il problema è che non sempre gli indirizzi che

    hanno in mano sono validi: si potrebbe trattare di caselle non più attive oppure di indrizzi inesistenti o altri casi ancora che inficiano l'invio.

    Perciò per lo spammer spedire a questi indirizzi costituirebbe uno spreco di risorse (ironia della sorte: lo spam è di fatto un furto di risorse altrui!).

    Quindi, come già detto, un indirizzo "certificato", cioè attivo, usato, il cui proprietario apre effettivamente la posta, ha un valore concreto.

    Il cosidetto Spam non ha solo un "valore commerciale", negli ultimi tempi si è trasformato in una vera e propria industria del crimine organizzato (Botnet) che possoo impossesarsi del pc, rendendoti complice ….. a tua insaputa (pc Zombie)

    La prudenza su Internet e Social Network non è mai abbastanza!!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altre storie
Timescape: un diverso modo di considerare il tempo nel progetto universitario di Chiara Facchini