Un’animazione spiega perché i piccioni hanno conquistato il mondo

Non sapevamo la storia di Paddy, il piccione irlandese che durante la Seconda guerra mondiale sorvolò la manica e portò in Inghilterra, dalla Francia, la notizia che lo sbarco in Normandia aveva avuto successo, riuscendo a scappare dai temibili falchi nazi e meritandosi una medaglia (dove gliela appuntarono? Chissà).
E non sapevamo che i piccioni cominciarono a essere allevati ben 10.000 anni fa, sia perché la loro carne è buona sia perché il loro guano (ne producono 11 kg all’anno cadauno) è un ottimo fertilizzante.
Non sapevamo neppure che potessero raggiungere i 125 km/h e che fossero praticamente progettati per gli inseguimenti ad alta velocità.
Non avevamo idea, infine, che a New York ce ne fossero un milione, e che a coniare la fortunata espressione “ratti con le ali” fosse stato proprio un newyorkese, il commissario dei parchi della Grande Mela (si chiamava Thomas P. Hoving e oltre che i piccioni odiava anche omosessuali e senzatetto).

Tutto questo e molto altro l’abbiamo scoperto in un cortometraggio d’animazione, How pigeons took over the world, realizzato dall’agenzia britannica Oh Studio e diretto da Joseph Clark.
Prodotto per la serie di video-lezioni TED-Ed.

Fotogramma dal corto “How pigeons took over the world” di Oh Studio
Fotogramma dal corto “How pigeons took over the world” di Oh Studio
Fotogramma dal corto “How pigeons took over the world” di Oh Studio
Fotogramma dal corto “How pigeons took over the world” di Oh Studio
Fotogramma dal corto “How pigeons took over the world” di Oh Studio
Fotogramma dal corto “How pigeons took over the world” di Oh Studio
Fotogramma dal corto “How pigeons took over the world” di Oh Studio
Mostra Commenti (0)

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Un messaggio

Frizzifrizzi è sempre stato e sempre rimarrà gratuito. Si tratta di un progetto realizzato ogni giorno con amore e con impegno. La volontà è di continuare a farlo cercando di tenere al minimo la pubblicità. Per questo ti chiediamo una mano — se vorrai — con una piccola donazione. Potrai farla su PayPal.

GRAZIE DI CUORE.