Cinque albi illustrati sull’amicizia

L’amicizia è un elemento importante nella crescita dei bambini. Certo, non mancano le complicazioni, come sempre, quando ci si relaziona con gli altri. Ho trovato cinque bei libri che affrontano il tema da diversi punti di vista.


Cinque è una rubrica di Davide Calì che parla di cinque libri, cinque fumetti o cinque-qualsiasi-altra-cosa.

1

Amici
di Satomi Ichikawa, Orecchio Acerbo

A cosa servono gli amici? A vivere avventure e superare ostacoli, a condividere gioie e sventure, a mantenere segreti! E poi esplorare soffitte per fare festa e fare bolle di sapone, superare imprese impossibili e trovare tesori.
Un libro in rima, molto delicato ma anche buffo, sugli amici e sull’amicizia, in tutte le sue forme.

Link
2

La nuova amica
di Charlotte Zolotow e Benjamin Chaud, Emme Edizioni

È bello avere un’amica con cui condividere mele e fumetti, con cui passare i pomeriggi correndo sull’erba o stando semplicemente alla finestra mentre fuori piove. Un giorno però lei trova un nuovo amichetto…
Una storia semplice per raccontare le complesse emozioni che provi quando il tuo migliore amico diventa amico anche di qualcun altro.

Link
3

Prima di dormire
di Giorgio Volpe e Paolo Proietti, Kite Edizoni

Rosso Bel Pelo e Quik sono una volpe e un ghiro, e sono amici. Passano le giornate giocando insieme, ma ormai i colori delle foglie annunciano l’arrivo dell’autunno e presto dell’inverno. Rosso sa che il suo amichetto si addormenterà, ma gli dispiace rimanere solo. Forse se gli facesse il solletico, riuscirebbe a tenerlo sveglio?
Una storia delicata e invernale. Se vi piace cercate anche il seguito: Uno due tre.

Link
4

Zic e Sbob. Cavernicoli ingordi
di Alastair Chisholm e David Roberts, Terre di Mezzo

Zic e Sbob sono due cavernicoli, difficile dire se sono amici, ma senz’altro sono rivali.
Uno ha una caverna, l’altro ne ha una più grande, uno nella caverna ha l’acqua, l’altro allora inventa il fuoco. Il primo, per non stare seduto in terra, si costruisce una poltrona, il secondo un letto. Uno sulla caverna costruisce una casa intera, l’altro allora un castello…
Un divertentissimo crescendo comico portato fino alle estreme conseguenze.

Link
5

The duck that didn’t like water
di Steve Small, Simon & Schuster

È una notte di pioggia quando, dal buco nel tetto dell’anatra, piove una rana. I due fanno amicizia, ma la rana non può rimanere con l’anatra perché la rana ha bisogno di umidità mentre all’anatra non piace. Così il giorno dopo cominciano a cercare la casa della rana, senza riuscirci. Fortunatamente però, il pellicano che fa il postino, si ricorda dove abita. Tutto sembra risolto, ma dopo che la rana è tornata a casa sua, l’anatra comincia ad avere un po’ di nostalgia.

Link
editorialista
Mostra Commenti (0)

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Un messaggio

Frizzifrizzi è sempre stato e sempre rimarrà gratuito. Si tratta di un progetto realizzato ogni giorno con amore e con impegno. La volontà è di continuare a farlo cercando di tenere al minimo la pubblicità. Per questo ti chiediamo una mano — se vorrai — con una piccola donazione. Potrai farla su PayPal.

GRAZIE DI CUORE.