Partecipa al Booktober. Dal 1º al 31 ottobre.

Con l’autunno arriva il Piccolo manuale illustrato per cercatori di foglie

Durante un luglio solitario di qualche anno fa, partecipai a un piccolo corso gratuito organizzato dall’Orto Botanico di Bologna. Nel corso di quattro sabati mattina, in gruppo, si imparava a riconoscere gli alberi a partire dalle foglie e dalle forme delle piante, sotto l’esperta guida di una delle responsabili dell’orto, che ci accompagnava in mezzo a quell’inestimabile patrimonio verde snocciolando informazioni e affascinanti curiosità mentre noi “babbani” prendevamo appunti.
Fu un’esperienza preziosa, per me: non tanto a livello pratico — tuttora faccio fatica a riconoscere gli alberi, a parte i più comuni (con gli altri mi aiuto con quella magica app che è PictureThis) — quanto piuttosto per l’atmosfera confortevole, al contempo seria e giocosa, di quegli incontri, che mi lasciarono addosso per mesi una sensazione di rilassamento capace di rinnovarsi a ogni nuova visita in un qualunque parco cittadino. Sembrava che quel poco di conoscenza botanica che ero riuscito ad afferrare avesse come “sbloccato” una sorta di potere — o meglio, un’invisibile e inafferrabile ma ben presente connessione tra me e gli alberi. Connessione che tento di tenere quanto più possibile viva, specialmente nei periodi un po’ più difficili.

Piccolo manuale illustrato per cercatori di foglie
TESTI DI
Giuseppe Zare
ILLUSTRAZIONI DI
Sofia Paravicini
EDITORE
Il Saggiatore

Capita — come si suol dire — a fagiuolo, in questi giorni, l’uscita del Piccolo manuale illustrato per cercatori di foglie, una guida che quell’atmosfera di cui parlavo poc’anzi la racchiude tra pagine che evocano lunghe passeggiate, invitano a prestare attenzione per le piccole cose, trasudano amore per ciò che la natura racconta attraverso forme, colori e nomi.

Scritto da Giuseppe Zare, illustrato da Sofia Paravicini e pubblicato da Il Saggiatore, questo volumetto incanta lettrici e lettori con una narrazione in cui scienza e cultura umanistica si contaminano a vicenda (bravo Zare, che non conoscevo e che dimostra la rara capacità di unire una scrittura saggistica estremamente accessibile a una sensibilità letteraria fuori dal comune), al contempo fungendo da strumento pratico nella raccolta e conservazione delle foglie che via via verranno raccolte con l’aiuto del libro: in ciascun capitolo, infatti, c’è una pagina bianca dove inserire l’esemplare appena raccolto, che rimarrà lì incorniciato e accompagnato da una breve citazione (di Proust come di Montale, di Virgilio come di Battiato).

Giuseppe Zare, Sofia Paravicini, “Piccolo manuale illustrato per cercatori di foglie”, Il Saggiatore, 2021
(foto: Frizzifrizzi)
Giuseppe Zare, Sofia Paravicini, “Piccolo manuale illustrato per cercatori di foglie”, Il Saggiatore, 2021
(foto: Frizzifrizzi)

Perché raccogliere e conservare foglie? Lo spiega lo stesso Zare nell’introduzione: «Conservare la foglia di un albero fra le pagine di un libro è un gesto che prima o dopo tutti hanno compiuto, un atto entusiasta e indifeso con cui aggrapparsi a una parte dell’infanzia dominata da stupore e curiosità, che non andrebbe mai abbandonata. Essiccare una foglia, dimenticarla in un volume, serve a tendere un agguato alla memoria che scatterà molti anni dopo, quando la ritroveremo perfettamente conservata, recuperando il vecchio libro da uno scaffale».
Non posso che dar ragione all’autore: uno dei libri più cari che tengo in casa è un piccolo tomo sui giochi di carte che comperai anni fa in un mercatino. Dentro, scoprii poi, c’erano decine di quadrifogli che qualcuno — chissà chi, chissà quando, chissà dove e perché — era andato a raccogliere e aveva messo lì.
Mi piace pensare che io o le mie figlie faremo lo stesso col Piccolo manuale illustrato per cercatori di foglie, e un giorno, in un altro mercatino — chissà chi, chissà quando, chissà dove e perché — qualcuno lo ritroverà e si farà il suo viaggio nella memoria immaginata di persone che non ha mai conosciuto.

Giuseppe Zare, Sofia Paravicini, “Piccolo manuale illustrato per cercatori di foglie”, Il Saggiatore, 2021
(foto: Frizzifrizzi)

Tra storia e arte, superstizioni e religioni, etimologie e viaggi, il libro accompagna in un percorso di conoscenza degli alberi — dall’acero all’ulivo — con una valanga di informazioni non soltanto utili ma che hanno anche il potere di costruire immagini mentali potenti (un esempio: parlando del platano, Zare esordisce dicendo «Sembra che nella metropoli di Londra vivano otto milioni e mezzo di alberi. Ciò significa che per ogni abitante di Londra esiste almeno un albero sotto cui riposare: Londra è una foresta». Ecco, quell’almeno un albero sotto cui riposare e quel Londra è una foresta mi hanno fatto rimuginare per diversi minuti).
A tutto questo si aggiungono le splendide illustrazioni di Paravicini, pluripremiata artista milanese che è stata in grado di dare alle immagini quello stesso “sapore caldo” dei testi, riuscendo a fare coi disegni ciò che Zare ha fatto con le parole: contaminare la precisione da tavola botanica con l’emozione dell’illustrazione da libro di fiabe.

Con l’autunno appena arrivato, quando i “tesori” — le foglie — cadono dagli alberi e aspettano solo di essere raccolte da una mano gentile e curiosa, giovane o meno non importa, il Piccolo manuale illustrato per cercatori di foglie è il volume perfetto da portare sempre con sé.

Giuseppe Zare, Sofia Paravicini, “Piccolo manuale illustrato per cercatori di foglie”, Il Saggiatore, 2021
(foto: Frizzifrizzi)
Giuseppe Zare, Sofia Paravicini, “Piccolo manuale illustrato per cercatori di foglie”, Il Saggiatore, 2021
(foto: Frizzifrizzi)
Giuseppe Zare, Sofia Paravicini, “Piccolo manuale illustrato per cercatori di foglie”, Il Saggiatore, 2021
(foto: Frizzifrizzi)
Giuseppe Zare, Sofia Paravicini, “Piccolo manuale illustrato per cercatori di foglie”, Il Saggiatore, 2021
(foto: Frizzifrizzi)
Giuseppe Zare, Sofia Paravicini, “Piccolo manuale illustrato per cercatori di foglie”, Il Saggiatore, 2021
(foto: Frizzifrizzi)
Giuseppe Zare, Sofia Paravicini, “Piccolo manuale illustrato per cercatori di foglie”, Il Saggiatore, 2021
(foto: Frizzifrizzi)
Giuseppe Zare, Sofia Paravicini, “Piccolo manuale illustrato per cercatori di foglie”, Il Saggiatore, 2021
(foto: Frizzifrizzi)
Giuseppe Zare, Sofia Paravicini, “Piccolo manuale illustrato per cercatori di foglie”, Il Saggiatore, 2021
(foto: Frizzifrizzi)
Giuseppe Zare, Sofia Paravicini, “Piccolo manuale illustrato per cercatori di foglie”, Il Saggiatore, 2021
(foto: Frizzifrizzi)
Giuseppe Zare, Sofia Paravicini, “Piccolo manuale illustrato per cercatori di foglie”, Il Saggiatore, 2021
(foto: Frizzifrizzi)
Giuseppe Zare, Sofia Paravicini, “Piccolo manuale illustrato per cercatori di foglie”, Il Saggiatore, 2021
(foto: Frizzifrizzi)
Un messaggio

Frizzifrizzi è sempre stato e sempre rimarrà gratuito. Si tratta di un progetto realizzato ogni giorno con amore e con impegno. La volontà è di continuare a farlo cercando di tenere al minimo la pubblicità. Per questo ti chiediamo una mano — se vorrai — con una piccola donazione. Potrai farla su PayPal.

GRAZIE DI CUORE.